Salta al contenuto

L’OLANDA RIDUCE GLI ALLEVAMENTI INTENSIVI DI ANIMALI

image

L’Olanda è il primo paese al mondo a decidere di ridurre per legge il numero di capi di bestiame allevati sul suo territorio.

Una scelta che il governo ha adottato per abbattere le emissioni e per migliorare l’impatto climatico ed ecologico della sua produzione alimentare. Il Paese è il primo esportatore di carne in Europa, con un territorio della dimensione complessiva di Lombardia e Veneto messe insieme, possiede da sola circa 100 milioni di capi di bestiame, una densità altissima che impatta notevolmente sul ciclo dell’azoto, attraverso i liquami e il letame che emette e che generano un significativo inquinamento ambientale.

Il programma olandese prevede incentivi agli allevatori per dismettere i capi o l’intera attività e per convertirsi da allevamenti intensivi a estensivi. Il piano con un orizzonte di 13 anni, stanzia supporti agli allevatori per mantenere meno animali su porzioni più estese di terreno, con l’obiettivo di ridurre i capi del 30% entro il 2035. La legge rappresenta la prima di questo tipo presa da uno Stato sovrano e secondo molti commentatori diventa un precedente importante che potrà aprire la strada ad iniziative simili da parte degli altri Paesi nel contesto europeo e mondiale.

________________

Fonte: Camera dei Deputati olandese –  15 dicembre 2021

image

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact cheching delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

Se trovi utile il nostro lavoro e credi nel principio del giornalismo costruttivo non-profit ✛ sostieni Mezzopieno

 

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...