Salta al contenuto

I CONSUMI DI GAS AI MINIMI DA 16 ANNI

image

E’ davvero la conferma di un cambio di comportamento culturale e dell’affermazione delle nuove fonti di energia rinnovabili. Il consumo di gas naturale nell’anno appena concluso in Italia è stato di oltre 8 miliardi di metri cubi in meno rispetto al 2013, perfino più di un miliardo in meno rispetto al lontano 1998 e ben 19 miliardi in meno, si tratta del 23,8%, rispetto a dieci anni fa. Un dato diffuso dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal rapporto annuale Snam Rete Gas. Il consumo di gas naturale in Italia non è mai stato così basso negli ultimi 16 anni.

Il calo è davvero sensibile ed evidenzia una flessione continua dal 1998 che mostra di non essere correlata con le temperature esterne e con il clima. Gli italiani hanno evidentemente imparato ad usare l’energia, con migliori opere di isolamento delle proprie abitazioni, limitando le temperature nelle abitazioni e soprattutto facendo uso di pannelli fotovoltaici e di stufe a pellet. I consumi residenziali infatti incidono per circa il 40% sul totale nazionale e sono quelli che insieme alle centrali per la produzione di energia rappresentano la fetta più importante. La grande industria ha ridotto di un modesto 1% i consumi di gas negli ultimi due anni. La domanda di gas per la produzione di energia elettrica ha segnato un calo ancora più vistoso e negli ultimi due anni è addirittura scesa del 28,5%. Il confronto economico per gli italiani, anche considerando i cali nel costo del gas (-7,8% nel 2013), i benefici introdotti dal mercato libero e i vari bonus energetici, si valorizza in un risparmio di circa 178 euro all’anno per famiglia. E dal 1° di gennaio 2014 la bolletta del gas è calata ulteriormente dello 0,3%. I dati forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico confermano definitivamente che il calo della richiesta di energia ha assunto negli ultimi anni una dimensione strutturale; anche il consumo di petrolio ha un andamento paragonabile e la quota di energia fornita dalle fonti rinnovabili ha raggiunto una quota superiore al 18%. Le fonti alternative in Italia non sono più una nicchia e gli italiani hanno imparato a farne uso.

____________________________________

Fonte: Snam Rete Gas; Ministero dello Sviluppo Economico; sostariffe.it

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...