Salta al contenuto

LA REALTÀ VIRTUALE ENTRA NEL MONDO DEL RICICLO

image

Presentato all’ultima
edizione della fiera Ecomondo di Rimini, Waste Tavel 360° è il primo progetto
di realtà virtuale nel mondo dei rifiuti, non più considerati come uno scarto
da destinare alla discarica ma come materia dagli infiniti usi e dal grande
valore, in un’ottica di economia circolare.

Pensato come
strumento didattico, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e
dell’Associazione Comuni Italiani (ANCI), il programma sarà utilizzato gratuitamente
nelle scuole e nei Comuni italiani. Il tour virtuale, navigabile a 360 gradi,
fornisce un’esperienza coinvolgente: i giovani utenti possono interagire con le
immagini 3D di materiali come alluminio, plastica e vetro e diventare, proprio come
in un videogioco, parte attiva nello scegliere dove collocare un rifiuto,
accompagnando i materiali nel processo di trasformazione e valorizzazione sino
ai prodotti finali.

Il premio di
questo “gioco virtuale” è l’apprendimento delle buone pratiche di
raccolta differenziata, con lo scopo di superare il concetto del rifiuto come
qualcosa di negativo e di trasformare i giovani in cittadini eco-responsabili. “Creando strumenti fluidi, facili e non
retorici – spiega Filippo Bernocchi, il delegato ANCI a Energia e Rifiuti –
puntiamo ad accelerare il processo di
raggiungimento degli obiettivi di legge stabiliti dall’Unione Europea: in un
futuro non troppo lontano, entro il 2050, niente sarà più destinato allo scarto
e ogni oggetto verrà progettato per essere riutilizzato e avviato al riciclo.”

Fonte: Consorzio Imballaggi Alluminio

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...