Salta al contenuto

LA CORSA DI INDIANAPOLIS DIVENTA ECOLOGICA

La Indianapolis 500, una delle più antiche e importanti corse automobilistiche del mondo, da quest’anno si svolgerà con un impatto ambientale sostenibile. Per la grande gara del 29 maggio l’autodromo di Indianapolis ha implementato attrezzature e impianti che fanno uso di energia pulita e che hanno un’impronta di carbonio ridotta. Tutta l’elettricità consumata nella struttura sarà acquistata tramite crediti di energia rinnovabile al 100%. La società Shell ha inoltre creato un programma che consente agli
Continua...

LE FERROVIE GIAPPONESI DIVENTANO A EMISSIONI ZERO

La Tokyu Railways, la principale ferrovia giapponese, è la prima a diventare alimentata soltano più da energia rinnovabile. Dal 1 aprile 2022 tutti i treni che attraversano la capitale sono stati commutati sull’energia generata solo dal solare e da altre fonti rinnovabili. Questo significa che le emissioni di anidride carbonica della rete tentacolare di Tokyo, composta da sette linee ferroviarie, ora produrrà impatto ed emissioni zero, con l’energia verde che verrà utilizzata in tutte le
Continua...

NASCE LO SPORTELLO PER SALVARE LE AZIENDE E DARLE AI GIOVANI

Il passaggio generazionale e l’invecchiamento della classe imprenditoriale in Italia sono fenomeni che coinvolgono un gran numero di aziende e che ne determinano, a volte, la chiusura o il fallimento. Per permettere di non perdere i saperi custoditi nel ricco patrimonio aziendale del nostro Paese, la Regione Piemonte, per la prima volta in Italia, ha avviato un programma per aiutare i giovani nel subentrare agli imprenditori che stanno cessando le proprie attività o che stanno
Continua...

L’INFORMAZIONE RIPENSA AL SUO RUOLO COSTRUTTIVO

Centinaia di giornalisti ed editori, professionisti dell’informazione e comunicatori si sono organizzati in tutta Italia per ripensare al loro ruolo nei confronti della società e dei lettori, per cercare di comprendere come l’informazione può influire sul benessere della società e sulla percezione del mondo. In seguito alla crescente richiesta di maggiore trasparenza e affidabilità da parte dei lettori e guidati dalle evidenze dei dati raccolti dalle analisi sul grado di fiducia nei confronti dell’informazione, il
Continua...

BASTA ABUSI EDILIZI: NASCE LA BANCA DATI NAZIONALE

Per combattere l’abusivismo edilizio, l’Italia ha completato il percorso che ha portato all’istituzione della Banca Dati Nazionale sull’Abuso Edilizio. Già ribattezzata Anagrafe degli abusi edilizi, è uno strumento che per la prima volta in Italia mette a sistema tutte le informazioni sulle opere abusive presenti nel nostro Paese, per coordinate e sistematizzare le azioni di contrasto all’illegalità edilizia e all’abuso del territorio. Si tratta di una Banca dati centralizzata nella quale confluiscono in modo organizzato
Continua...

L’UFFICIO VA DALLA GENTE: ARRIVA L’ANAGRAFE ITINERANTE

A Torino è nato un nuovo servizio che porta i servizi anagrafici nelle piazze e nei mercati della città, direttamente alla gente. L’anagrafe itinerante è un servizio del Comune che per la prima volta in Italia consente ai cittadini di poter usufruire dell’ufficio amministrativo e accedere ai suoi atti a 360°, ottenendo l’emissione di certificati in tempo reale e usufruendo della prossimità del mezzo itinerante ai luoghi in cui si svolge la vita della città.
Continua...

DOPO 50 ANNI RITORNA LA SPIAGGIA CANCELLATA DAGLI ABUSI

Dopo 50 anni di occupazioni e abusi edilizi, torna la spiaggia di Bacoli, uno dei litorali più belli e attaccati dalla speculazione dell’area metropolitana di Napoli. La spiaggia di Casevecchie ritorna fruibile, liberata da auto in sosta, baracche e arenili; l’operazione ha coinvolto un tratto di costa di oltre tremila metri quadri. Il Comune ha avviato la ripulitura dell’intero tratto di spiaggia dalle strutture abusive e le privatizzazioni, per restituire la costa come era negli
Continua...

RECUPERARE I TESSUTI DI SCARTO DIVENTA OBBLIGATORIO

Dal 1° gennaio 2022 la raccolta differenziata dei rifiuti tessili è diventata una pratica obbligatoria in tutta Italia. Con questa decisione il nostro Paese anticipa di tre anni il recepimento della direttiva Ue contenuta nel “Pacchetto di direttive sull’economia circolare” da attuare in tutta Europa entro il 2025. L’obiettivo della nuova legge è produrre meno scarti e trovare il modo di reimmettere quanti più tessuti dismessi possibili nel ciclo produttivo, riducendo gli sprechi. Per questo
Continua...

I MOBILI VECCHI LI RIPRENDE IL NEGOZIO: LA CASA CIRCOLARE

Riportare i mobili usati al negozio in cui si sono comprati e prenderne di nuovi, creando una circolarità nel loro uso e abbattendo gli sprechi e l’accumulo nelle discariche. Il programma di riacquisto dei mobili è stato lanciato dal più grande poduttore di forniture per la casa del mondo, la svedese Ikea. Il piano si occupa di ritirare i mobili, valutandoli in base alle loro condizioni, all’età e alla funzionalità. Con la compilazione di un
Continua...

L’OLANDA RIDUCE GLI ALLEVAMENTI INTENSIVI DI ANIMALI

L’Olanda è il primo paese al mondo a decidere di ridurre per legge il numero di capi di bestiame allevati sul suo territorio. Una scelta che il governo ha adottato per abbattere le emissioni e per migliorare l’impatto climatico ed ecologico della sua produzione alimentare. Il Paese è il primo esportatore di carne in Europa, con un territorio della dimensione complessiva di Lombardia e Veneto messe insieme, possiede da sola circa 100 milioni di capi
Continua...

LA SCUOLA CHE PRODUCE LA SUA ENERGIA PEDALANDO

In Australia, un liceo genera l’elettricità di cui ha bisogno pedalando. La Huonville High School in Tasmania si alimenta solo attraverso fonti rinnovabili, con pannelli solari, l’enegia idroelettrica del fiume che scorre dietro alla scuola e anche dalle sue biciclette. Gli studenti spendono ogni giorno un po’ del loro tempo per produrre l’energia che serve al loro istituto, imparando il valore dell’energia attraverso la fatica che occorre per produrla. “Cerchiamo di aumentare la loro consapevolezza
Continua...

ARRIVA IL PRIMO CESTINO CHE SEPARA DA SOLO I RIFIUTI

Si chiama Bin-e ed è il primo raccoglitore di rifiuti al mondo a fare la differenziata autonomamente. Si tratta di un cestino intelligente che riconosce, smista e comprime automaticamente i rifiuti. Il suo sistema interno identifica la tipologia di scarto grazie a un riconoscimento basato sull’intelligenza artificiale e sull’elaborazione delle immagini. Un sistema di compressione riduce il volume dei rifiuti introdotti fino all’80% del loro volume e un dispositivo effettua il controllo del livello di
Continua...

OSPITARE I SENZATETTO NEL PROPRIO CORTILE: I BLOCK

A Seattle, negli Stati Uniti, alcune organizzazioni no-profit hanno ideato un sistema per dare ospitalità alle persone senzatetto in piccoli alloggi costruiti nei cortili e nei giardini delle case della città. L’iniziativa è nata per affrontare l’improvviso aumento di senza fissa dimora presenti nella città e per offrire un riparo ai tanti che sono costretti a vivere per le strade. Il progetto si chiama Block e prende il nome dalla forma delle piccole case, costruite
Continua...

VIVERE A SPRECO ZERO: LA NUOVA MODA

C’è un movimento di persone che in tutto il mondo ha deciso di non aspettare che “qualcuno faccia qualcosa” e che ha scelto di cambiare vita radicalmente e intraprendere un percorso a rifiuti zero. Si chiamano Zero waster e puntano a non produrre scarti, per salvaguardare l’ambiente e la sostenibilità della vita sul nostro pianeta. Queste persone si ispirano a un modello di consumo alternativo che elimina o riduce drasticamente i prodotti monouso, in particolare quelli
Continua...

NASCE LA PRIMA CERTIFICAZIONE AL MONDO PER I CIBI RICICLATI

Il settore alimentare festeggia il lancio del primo marchio al mondo per certificare gli alimenti riciclati. Il nuovo schema di etichettattura sarà presente sui prodotti a base di materiale riciclato a partire dagli Stati Uniti, per aiutare i consumatori ad identificare quali prodotti sono stati realizzati con ingredienti trasformativi provenienti da flussi collaterali del cibo scartato o destinato a non essere consumato. Gli alimenti riciclati sono definiti come quelli che “Usano ingredienti che altrimenti non
Continua...

L’ITALIA È PRIMA IN EUROPA PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

L’Italia è in Europa il paese che più ricicla, riusa e riduce gli scarti civili e industriali. Queste pratiche che sono ormai diffuse in molti settori fanno sì che la nostra nazione sia la prima per economia circolare tra i Paesi dell’Unione europea e confermano il primato raggiunto per il terzo anno consecutivo. Il nostro paese precede la Francia e la Germania nella produzione circolare con una percentuale di riciclo dei rifiuti del 68%, nettamente superiore
Continua...
+

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...