Salta al contenuto

LE BOTTIGLIE DIVENTANO BIO PRODOTTE CON LE ALGHE

image

Ari Jónsson, uno studente islandese di design, ha combinato la polvere di alga rossa con l’acqua per creare una bottiglia biodegradabile al 100%.

La sostanza utilizzata per il composto, conosciuta come Agar, è un sottoprodotto della lavorazione delle alghe rosse, già in uso nell’industria alimentare come gelificante naturale a seguito delle prime analisi di laboratorio risalenti al 1800. La bottiglia così realizzata mantiene le sue caratteristiche quando è piena di acqua mentre, quando è vuota, inizia il suo processo di biodegradazione.

Ho letto – dice Ari – che il 50% della plastica viene usato soltanto una volta e poi gettato via. Così ho sentito il bisogno urgente di trovare un modo per sostituire almeno una parte dell’incredibile quantità di plastica che produciamo, usiamo e gettiamo via ogni giorno”. Il giovane designer ha presentato la sua invenzione al festival del design tenutosi nella capitale islandese Reykjavík.

Designer ed ingegneri del prodotto stanno sperimentando varie applicazioni delle alghe utilizzandole ad esempio nei rivestimenti degli edifici, come filati per la tessitura di tappeti o coloranti nell’industria tessile, fino all’impiego come fonte di energia per gli edifici. Ad Amburgo, in Germania, un noto studio di ingegneria ha recentemente inaugurato il primo edificio al mondo con una facciata bio-reagente composta di alghe.


Fonte: Inhabitat; IBA Hamburg

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...