Salta al contenuto

LA CULTURA NON SI FERMA, ANCHE IN GUERRA

La cultura mette le ruote e diventa accessibile anche per i migranti che si trovano nei campi profughi in Grecia. Il progetto Echo Refugee Library è nato grazie a un gruppo di giovani che hanno deciso di dare l’opportunità di leggere e di imparare anche alle persone in difficoltà. La loro organizzazione promuove infatti attività culturali ed educative nei campi per i rifugiati. Echo (Education Community Hope Opportunity – Educazione Comunità Speranza Opportunità) ha cercato un
Continua...

LA NUOVA VITA DELLE AZIENDE FALLITE PER I RIFUGIATI

Di come ospitare le migliaia di profughi in fuga dalle guerre e in cerca di una vita migliore si è scritto tanto e se in Italia i centri di accoglienza possono essere considerati delle eccellenze, anche in Grecia si sono trovate delle soluzioni pratiche interessanti. Siamo a Salonicco, città industriale e commerciale, che come altri centri importanti della Grecia ha subito fortemente gli effetti della crisi economica e molte aziende sono fallite lasciando liberi interi
Continua...

A 15 ANNI TRASFORMA L’EMERGENZA IN ACCOGLIENZA

Un SOS che trasforma l’emergenza in accoglienza, passando per l’arte. È questa l’idea di un ragazzo di 15 anni, Achilleas Souras, nata dal progetto scolastico “Refugiart”. Con la sua installazione “Save Our Souls”, 300 dei 450 mila giubbotti di salvataggio abbandonati sull’isola greca di Lesbo hanno acquistato una nuova vita: dopo essere serviti a trarre in salvo i migranti, sono stati assemblati per formare un igloo, un rifugio per i rifugiati. L’opera di Achilleas è
Continua...

PANAGIOTA, LA NONNA DEI PROFUGHI

Idomeni è un piccolissimo villaggio della Grecia che conta 150 abitanti, soprattutto pensionati. Nell’ultimo anno ha visto il passaggio di circa un milione di profughi e dal 6 marzo 2016, quando i flussi hanno incominciato ad essere regolati, tra i 10-15 mila rifugiati sono rimasti bloccati qui. La signora Panagiota Vasileiadou, 82 anni, si dedica a loro offrendo tutto quello che può. La chiamano “nonnina”, i rifugiati sono la sua famiglia: nella sua casa ne
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...