Salta al contenuto

L’IDEAL STANDARD, SALVATA DAI DIPENDENTI

image

Pordenone 4 febbraio 2015: E’ stato firmato oggi il protocollo tra lavoratori,
dirigenti e ministero che sancisce il salvataggio della storica azienda leader
mondiale nella ceramica. E’ l’atto conclusivo di una vicenda industriale che ha
assunto un’importante valenza simbolica, perché dal rischio di chiusura
definitiva di un patrimonio industriale molto importante, è nata una coraggiosa
iniziativa che vede protagonisti i lavoratori, con la loro decisione di
costituirsi in cooperativa per rilanciare l’eccellenza della produzione di
ceramiche sanitarie.

E’ il successo dell’impegno e della buona volontà di tutti i
lavoratori dell’azienda, della proprietà e delle istituzioni che hanno lavorato
per trovare una via d’uscita alla serrata dello stabilimento. I dipendenti in
mobilità hanno deciso di rinunciare all’atteggiamento conflittuale, agli scioperi e all’ostruzionismo e si sono organizzati, dando vita ad una iniziativa “innovativa
e paradigmatica” secondo il Ministro dello Sviluppo, che vede protagonisti proprio i
dipendenti. La loro decisione è stata di costituirsi in una cooperativa per rilanciare
la produzione e salvare l’azienda ed i posti di lavoro. Confermati anche gli
accordi sui processi di
reindustrializzazione ed attivazione di nuove attività.

L’Ideal Standard va ad incrementare il numero di storie di
successo nate dalla cosiddetta pratica del Workers Buyout, che sta diffondendosi velocemente
negli ultimi anni. I salvataggi operati da parte dei dipendenti delle aziende
sono stati decine solo in Italia. Secondo Aldo Soldi di Coopfond,
dal 2008 ad oggi, nel nostro paese, sono stati completati 44 progetti di Workers Buyout di
successo di grandi aziende.

_________________________________________

Fonte: Comunicato stampa Ideal Standard

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...