Salta al contenuto

RENZO PIANO DONA IL SUO STIPENDIO PER LE PERIFERIE D’ITALIA

image

Tutto è nato con un bando anonimo pubblicato su Internet per cercare giovani architetti intenzionati a migliorare le periferie delle nostre città.

Dietro a tutto c’è Renzo Piano, uno degli architetti più importanti al mondo, che ha deciso di devolvere il suo stipendio da senatore a vita, assegnatogli ad onore dal Capo dello Stato, per il suo paese, l’Italia.

Il senso del progetto è che si può migliorare la qualità dei quartieri attraverso interventi di rammendo e piccole ricuciture sociali. Un approccio che non ha bisogno di grandi finanziamenti e di pianificazioni: “Nasce nel quartiere e opera per mezzo di micro-cantieri partecipati”.

“Le cose da fare sono tante e meravigliose e possiamo ridurre i consumi energetici degli edifici del 70/80 per cento, consolidare le 60mila scuole a rischio sparse per l’Italia, rivoluzionare e rendere sostenibile il trasporto pubblico, fecondare le periferie con migliaia di luoghi d’incontro come piazze, mercati, ma anche auditorium, musei, palazzi pubblici”, la sua dichiarazione è illuminata e entusiasta.

Il gruppo dei giovani architetti si chiama G124, come la stanza assegnata a Renzo Piano in senato. Il loro piano punta a riconnettere anche con percorsi pedonali e ciclabili le aree dei quartieri, apre i cortili delle case popolari, rivaluta con forme alternative di manutenzione che coinvolgono giovani imprese e artigiani locali.

“Le periferie sono il grande progetto e la sfida dei prossimi decenni. Sono la città che sarà. La parte più popolata e ricca d’energia ma anche più fragile del tessuto urbano e soprattutto quella che lasceremo in eredità ai nostri figli”.


Fonte: G124 Renzo Piano

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...