Salta al contenuto

DOVE LE BOTTIGLIE DI PLASTICA TROVANO NUOVA VITA

In media, un
essere umano consuma 15 bottiglie di plastica al mese, 14.400 nel corso di una
vita.

A Panama, un
imprenditore canadese ha trovato una soluzione per smaltire i rifiuti plastici
prodotti dai numerosi turisti che visitano ogni anno il Paese centro americano
ed ha avviato sull’isola Colòn la costruzione di un “villaggio delle bottiglie
di plastica”, dove le pareti di ogni casa sono composte da bottiglie di
plastica abbandonate.

Robert Bezeau, trasferitosi a Panama nel 2009, ha infatti
scoperto che le bottiglie, inserite dentro griglie metalliche e poi ricoperte
con materiali isolanti, diventano veri e propri mattoni, flessibili e
termoregolanti. In questo modo le case sono più fresche di quelle in
calcestruzzo e presentano al contempo buone caratteristiche antisismiche.

Come è noto, molta
della plastica abbandonata finisce negli oceani danneggiando gli ecosistemi
marini. Alla ricerca di una soluzione per le 165 milioni di tonnellate di
plastica presenti nei nostri oceani, la start-up newyorkese Bionic recupera
bottiglie di plastica sulle spiagge per produrre filati e tessuti in poliestere
riciclato che vengono utilizzati da noti marchi di abbigliamento. “Trasformiamo le cose abbandonate in materie prime
che siamo orgogliosi di utilizzare nella vita di tutti i giorni”, si legge
sul sito di Bionic.


Fonte: Plastic Bottle Village; Bionic

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...