Salta al contenuto

L’ITALIA FA LA DIFFERENZA

Oggi l’Italia
ricicla 8 rifiuti da imballaggio ogni 10.

Sono i dati dell’ultimo rapporto di
sostenibilità pubblicato da CONAI (Consorzio nazionale imballaggi) secondo cui, il recupero degli imballaggi ha consentito un risparmio di 3,3
milioni di tonnellate di materie prime, generando benefici economici per 891
milioni di euro, tra valore della materia prima generata, valore economico
dell’energia prodotta ed indotto economico della filiera.

Anche la
raccolta differenziata dell’umido ha segnato nel 2014 un aumento del 9,5% (dati
Consorzio Italiano Compostatori). Il direttore del CIC ha commentato così l’ultimo
rapporto sui rifiuti organici: “La
frazione organica, che è quasi la metà di tutti i rifiuti differenziati in Italia,
è importantissima: da questa nasce il compost, un fertilizzante naturale e da
essa si può arrivare alla produzione di un prezioso derivato come il biometano che
serve per alimentare i veicoli”.

Italia in maglia
rosa anche per quanto riguarda la raccolta degli olii usati, recuperati da
veicoli ed impianti industriali e considerati rifiuti pericolosi a causa del
loro alto potere inquinante. Secondo gli ultimi dati disponibili del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati (COOU) l’Italia rigenera l’88% del totale degli olii
raccolti, contro il 40% della Francia ed il 50% della Germania. La
rigenerazione è il processo che meglio valorizza l’olio usato raccolto perché
consente di trasformarlo in una base lubrificante rigenerata, con caratteristiche
qualitative simili a quelle degli oli prodotti direttamente dalla lavorazione
del greggio.


Fonti: CONAI; CIC;
COOU

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...