Salta al contenuto

IL RE DEL PO

Alberto Manotti vive da sempre in simbiosi con il Po’. Da più di 40 anni recupera tronchi, legni e oggetti che le piene portano sulla riva del ponte Boretto, nel tratto presso Reggio Emilia, per costruire un grande regno incantato sulla riva destra sabbiosa del grande fiume.

Semplice e libero, si definisce il Re del Po. Ogni giorno si dedica alla costruzione di una parte del suo regno di legno, incastrando e inchiodando tronchi e rami recuperati sulle rive. Periodicamente le piene hanno portato via le sue opere ma lui ogni volta ha ricominciato. Dal 2009 ha incominciato a dedicarsi quotidianamente alla costruzione di una nave, sempre con la stessa tecnica. Lunga più di 40 metri e alta oltre 6, costituita da migliaia di pezzi e dotata di scale, passerelle, punti panoramici e giochi per bambini,

tutto costruito con un groviglio di quello che negli anni il Po gli ha regalato, tronchi secchi, rami, radici, ruote, plastica e corde. La nave è ancorata alla riva grazie a tiranti e a lunghi tronchi piantati in profondità nel terreno per resistere alle piene.

La nave è cresciuta e negli anni è diventata la sua casa. Alcuni tronchi hanno persino attecchito quindi in estate si riempie di foglie verdi dove anche gli uccelli nidificano insieme ad altri piccoli animali autoctoni del Po. Il Re del Po ha compiuto 70 anni e continua a raccogliere e costruire per la gente; presso la sua casa ha creato il suo “Museo del Po” e accoglie scuole, artisti e persone comuni che vengono da lui per riscoprire la semplicità della fantasia.


Fonte: Costruttori di Babele

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...