Salta al contenuto

GIANLUCA GOBBI

per la campagna per la Parità di Informazione Positiva #mezzopieno

image

Giornalista e autore radiofonico. Storico caporedattore di Radio Flash e corrispondente del Network Radio Popolare. Ha da sempre lavorato per una radio al servizio del territorio e della gente, come alternativa alla radio-rissa. È responsabile di progetti per la diffusione del giornalismo nelle scuole superiori, nelle carceri e per le persone con fragilità.


Qual è il ruolo dell’informazione sul benessere della società?

Informare significa dare forma alle cose. Ripenso spesso a quello che è scritto nel libro di Arnheim, La radio, l’arte dell’ascolto: “Qualcuno esiste solo se ha una funzione e chi ne ha poca esiste poco”. Quello di avere una funzione è l’obiettivo principe di un giornalista. Sta a lui analizzare la notizia ma soprattutto scavare per portare in superficie e scoprire chi si muove nel mondo con ottime intenzioni a vantaggio delle persone.

 

Può il giornalismo rappresentare uno strumento per aumentare la fiducia e ridurre la conflittualità?

Il giornalismo è uno strumento formidabile per fare questo. Ci credo perché l’ho visto. Ci sono persone meravigliose e il mondo deve conoscerle. Molte persone si sentono schiacciate, senza futuro, in un mondo ostico, ma se presentiamo delle testimonianze e mettiamo a disposizione l’esempio (che è la più alta forma di
autorità) allora possono pensare che in questo mondo “vale la pena di vivere” mettendosi in gioco in modo positivo.

 

Cos’è per lei una buona notizia? Tre elementi essenziali di una buona notizia.

Una buona notizia deve portare a conoscenza delle persone le cose straordinarie che esistono nel mondo. Una buona notizia dovrebbe accendere il desiderio di contribuire al benessere della società e la volontà di esserci e di dare una mano; rendere le persone più consapevoli del mondo in cui vivono, che ci sono tanti che si danno da fare e che il contributo di ognuno di noi è importante.

Una buona notizia dovrebbe essere rivolta anche a persone che non hanno legami sociali o che sono sole e che grazie all’informazione possono ritrovare la voglia di vivere e la compagnia. Una buona notizia entra in intimità con le persone, soprattutto per le caratteristiche proprie di un mezzo straordinario come la radio.

Il terzo elemento è che una buona notizia dovrebbe essere una sorta di cinghia di trasmissione, l’elemento che permette anche a realtà molto lontane di conoscersi. Una notizia è buona quando fa muovere persone che si trovano in luoghi diversi ma con lo stesso obiettivo. Ognuno fa il suo pezzetto di cammino e insieme si può provare la sensazione di creare una parte di percorso. Una buona notizia può dare lo stimolo a migliorare la
propria realtà

 

Qual è il suo contributo per una buona informazione?

Se non pensassi che il giornalismo ha il dovere di fare buona informazione non farei il mio mestiere. Per il sesto anno partecipo ad UndeRadio, un progetto di Save the Children attivo dal 2011 a Roma e dal 2013 anche a Torino e Napoli che permette a ragazze e ragazzi di scuole medie e superiori di intervenire sul tema dell’integrazione e della non discriminazione. Un obiettivo che mi sono posto è di aiutare i giovani a diventare cittadini attivi già da subito, già dai 12 anni. Insegniamo ai ragazzi ad analizzare quello che succede nel mondo,
dando loro gli strumenti necessari per realizzare dei servizi giornalistici. Nello stile della peer education, riescono a fare una restituzione ai loro pari e a motivarli. Cerco di dare ai giovani gli elementi essenziali per capire e osservare da diversi punti di vista. Vorrei che imparassero che anche se sono minorenni possono già contare molto.


Leggi le altre testimonianze di Sindaci e Assessori che stanno lavorando per costruire comunità più umane e positive

 

Guarda il programma della Rete nazionale degli assessori alla gentilezza

 

Partecipa con il tuo Comune – coinvolgi la tua comunità nella gentilezza

 

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...