Salta al contenuto

MORIRE E DIVENTARE UN ALBERO

image

La morte è un passaggio che determina una trasformazione che è vissuta in maniera diversa a seconda delle nostre credenze. Tra le persone che credono nella continuazione della vita e nell’energia della natura, esiste una corrente di pensiero che ritiene che il corpo sia imperituro e riciclabile.

Si chiamano sepolture naturali e sono dei modi di inumare i corpi dei defunti in maniera da lasciare che questi vengano riciclati dalla natura. Molti lo fanno per i propri animali domestici ma da un po’ di tempo questa pratica si sta diffondendo anche tra le persone in molti paesi del mondo.

Il desiderio di offrire delle alternative naturali al futuro del nostro corpo hanno spinto a creare urne che si trasformano in vasi fioriti, casse che si riciclano con il loro contenuto diventando fertilizzante per prati e addirittura semi che utilizzando le ceneri danno vita a delle piante meravigliose.

In Italia Capsulamundi è un idea sviluppata per creare una sorta di bozzolo in cui riporre la salma per farla diventare nel tempo un albero, proseguendo così metaforicamente la vita in forma di vegetale.
Per chi nutre meno interesse per l’aspetto naturale della vita, questo è un metodo di sepoltura eco-sostenibile per affrontare il trapasso mitigando il suo effetto sull’ambiente, riducendo l’impatto derivante dalla onerosa procedura di cremazione o dall’uso di legname pregiato per la cassa.

E’ un modo per non morire mai, afferma chi crede che l’energia non si spenga con la morte.

Tutto ciò che lasciamo è energia.


Fonte: Beatree; Capsulamundi; immagine A. Mariano

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...