Salta al contenuto

I MEDICI IN PENSIONE PER CHI NON CE LA FA

image

A Borgomanero, in provincia di Novara, dal 2010 alcuni medici in
pensione – ex primari o responsabili di strutture – effettuano visite
specialistiche gratuite ad anziani, persone in difficoltà economiche, rifugiati
e richiedenti asilo.

Il poliambulatorio “Auser” (dal nome dell’associazione di
volontariato che ha messo a disposizione i locali) conta su oltre 20
specialisti affiancati da psicologi, infermieri,
tecnici di anatomia patologica e di cardiologia, avvocati ed esperti di
amministrazione sanitaria. Gli strumenti diagnostici sono stati
acquistati grazie alle donazioni e alla partecipazione a un bando lanciato da
una fondazione del novarese.

“Il nostro obiettivo – spiega Sergio Cavallaro, urologo e chirurgo
– è creare una rete di collaborazione con le strutture socio-sanitarie
pubbliche e con i medici di base per ridurre le liste di attesa, gli accessi
inappropriati al pronto soccorso e il numero dei ricoveri ospedalieri, con un risparmio
concreto sia per il paziente che per la sanità pubblica”.

Sull’esempio dell’ambulatorio alcuni sindaci
(Vercelli, Omegna, Domodossola) si stanno muovendo per realizzare analoghe
iniziative e hanno già preso contatto con i dirigenti Asl locali.

Nel 2015 le prestazioni sono state 1300. Per il
forte aumento del numero degli immigrati richiedenti asilo non ancora in
possesso della tessera sanitaria, il poliambulatorio è diventato il punto
di riferimento di oltre 400 immigrati residenti in provincia.


Fonte: 

Poliambulatorio Auser; Sergio Cavallaro

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...