Salta al contenuto

PER LA PRIMA VOLTA L’ALZHEIMER NEUTRALIZZATO NELL’UOMO

image

Gli scienziati

dell’Istituto Gladstones, in California, hanno compiuto una svolta rivoluzionaria nella battaglia contro l’Alzheimer. Il team di ricercatori è riuscito a identificare il gene che causa la malattia e per la prima volta a neutralizzare l’unità responsabile all’interno del DNA, in modo che essa non riesca più a condurre lo sviluppo della demenza degenerativa.

Dopo la sperimentazione sui topi, i ricercatori hanno testato la scoperta sulle cellule del cervello umano e questo nuovo approccio, frutto di molti anni di studi, ha avuto pieno successo. La cellula pericolosa in questione è chiamata APOE4. Questo gene produce una proteina mutata che danneggia le cellule del cervello umano provocando l’Alzheimer. Utilizzando le cellule staminali per correggere il gene, gli scienziati sono stati in grado di fermare la produzione delle proteine ​​letali, eliminare tutti i segni del morbo e migliorare la sopravvivenza e la funzione delle cellule. Ora che il trattamento si è dimostrato efficace nelle cellule umane, i ricercatori prevedono di allargare la pratica su larga scala e prevedibilmente a tutti i malati di Alzheimer.

Il team ha scoperto che il trapianto di un particolare tipo di neurone nel cervello ripristina inoltre le funzioni cognitive del morbo di Alzheimer. Come una grande orchestra, il cervello si basa sulla perfetta coordinazione di molti elementi per funzionare correttamente. Uno squilibrio tra neuroni è la causa di molteplici disturbi tra cui anche l’epilessia, la schizofrenia e l’autismo.


Fonte: Gladstone Institutes – 15 marzo 2018

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...