Salta al contenuto

BARBARA REVERBERI

per la campagna per la Parità di Informazione Positiva #mezzopieno

image

Giornalista freelance. Ha collaborato con la carta stampata per Il Giorno e Insieme – RCS, prima di fondare la rete di giornalisti Freelance Network Italia. Co-fondatrice di MoBa Comunicazione e Presidente dell’Associazione di giornalisti agroambiente e food Arga Lombardia e Liguria.


 

Qual è per lei il ruolo dell’informazione sul benessere della società?

È una bella domanda. L’informazione dovrebbe avere un ruolo importante. Ha sempre rappresentato il trend del vissuto, del quotidiano, come la cartina tornasole del sentiment di un’era di un’epoca. L’informazione era di servizio e quindi dava quelle nozioni e quelle risposte ad una società che si stata informatizzando, oggi invece l’informazione ha perso parecchia credibilità e spesso è percepita meno rispetto alle chiacchiere o alle opinioni. Ma l’informazione dovrebbe fornire alle persone strumenti e quelle nozioni per capire il mondo. Purtroppo sono un po’ delusa dal ruolo dell’informazione.

 

Cos’è per lei una buona notizia?

Mi si apre un mondo… è l’informazione sana, che rappresenta punti di vista anche diversi, che permette di sviluppare un senso critico, che mi fa star bene, che mi dà coraggio, che in una giornata buia mi mostra che c’è della bellezza, che si può fare, soprattutto in un periodo di incertezza profonda come quello che stiamo vivendo. Da mamma la buona notizia è anche quella che fa percepire ai giovani che c’è un futuro possibile, che si può creare.

 

Può il giornalismo rappresentare uno strumento per aumentare la fiducia e ridurre la conflittualità?

Nella forma deontologicamente pura, sì. Il giornalismo in tutte le sue forme, come la scrittura di un pezzo, ma anche l’ufficio stampa, lo storytelling, il brand journalism aziendale, può dare un risvolto positivo che ha un buon fine, che può generare fiducia se aiuta a percepire davvero che cosa sta succedendo. Il giornalismo lo potrebbe fare ma se tornasse però ad un approccio più anglosassone, con con senso critico, non fazioso e offrire le diverse voci.

 

Qual è il suo contributo per una buona informazione?

Come comunicatrice, il mio contributo è fare quello che faccio sempre con un aspetto quasi educativo del progetto. Scelgo progetti di comunicazione in cui credo e di cui condivido la missione. Se li sentissi lontani da me, credo farei fatica a comunicarli. Mi occupo di progetti di diversa natura nel sociale. Seguo Pepita onlus (www.pepita.it), una onlus che si occupa del disagio adolescenziale e che è per me un progetto importante. Ho poi fondato l’associazione Freelance network Italia (www.freelancenetwork.it) per dare sostengo ai freelance che spesso sono soli e lavorano in condizioni non soddisfacenti.

Avere una voce comune dà forza e serve a strappare qualche diritto in più. Aspetto ultimo che seguo è Arga Lombardia Liguria (www.argalombardia.eu), associazione di giornalisti dell’agroalimentare e del food, di cui sono presidente e direttore della testata, con cui è importante dare voce alle piccole realtà rurali che spesso non sanno farlo, non hanno soldi e tempo da dedicare ma hanno molto da raccontare, sui prodotti locali e sul mangiare sano.

 

Cosa vuol dire per lei vedere il bicchiere mezzo pieno?

Io il bicchiere lo vedo sempre mezzo pieno. E soprattutto nel mondo dei freelance è importante questo approccio. Spesso ci fermiamo a metà più per una vocina interiore che per reali ostacoli. Credici e vai avanti: se ce l’hai fatta una volta ce la puoi fare ancora. Il bicchiere mezzo pieno vuol dire vedere la possibilità di riuscire: non accontentarsi, vedere la vita che si desidera e costruirla il meglio che si può, costruendo relazioni e opportunità.


Leggi le altre testimonianze di Sindaci e Assessori che stanno lavorando per costruire comunità più umane e positive

Guarda il programma della Rete nazionale degli assessori alla gentilezza

Partecipa con il tuo Comune – coinvolgi la tua comunità nella gentilezza

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...