Salta al contenuto

600.000 ITALIANI HANNO SMESSO DI FUMARE COL LOCKDOWN

image

Il lockdown è stata un’occasione per smettere di fumare per 630mila persone in Italia.

I dati sono stati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità e indicano che i fumatori nella popolazione sono passati dal 23,3% al 21,9%. Hanno cessato il consumo abituale di sigarette circa 206 mila giovani tra 18-34 anni e 270 mila tra 35 e 54 anni. Molte persone hanno completamente smesso mentre altre hanno incominciato a fare uso di sigarette elettroniche o prodotti a tabacco riscaldato, molto meno tossici delle tradizionali sigarette e meno nocivi per la salute. 

“I dati dell’indagine – afferma Roberta Pacifici, direttore del Centro Nazionale Dipendenze e doping dell’Iss – ci dicono che il fumatore fortemente motivato ce la può fare a smettere e che situazioni di particolari emergenza sanitaria possono diventare una grande opportunità di salute”. Durante il lockdown le telefonate al numero verde dedicato ai tabagisti hanno visto aumentare i fumatori con patologie fumo correlate e i fumatori incentivati a smettere per la paura di essere più vulnerabili al COVID-19.

____________________

Fonte: Ordine dei Medici Chirurgi Odontoiatri della provincia di Forlì Cesena

image

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact cheching delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali-e-portare-la-comunicazione-gentile-nelle-scuole

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...