Salta al contenuto

IL BANGLADESH CHIUDE 10 CENTRALI A CARBONE

image

Il Bangladesh ha annunciato di aver abbandonato 10 grandi centrali elettriche a carbone, nel programma di aumentare la propria produzione di energia da fonti pulite e rinnovabili.

Nasrul Hamid, ministro statale per l’energia, ha affermato che la decisione è stata presa alla luce dei cambiamenti tecnologici e in considerazione del fatto che decine di Paesi stanno interrompendo nuovi progetti energetici a carbone a causa del loro pesante impatto negativo sull’ambiente. La maggior parte degli impianti era in costruzione nella regione costiera del Bangladesh, dove vivono 20 milioni di persone. Il ministro ha affermato di aver incluso un enorme impianto da 1.320 megawatt sull’isola ecologicamente fragile di Maheshkhali e un progetto da 1.200 megawatt che avrebbe dovuto essere costruito da un gruppo giapponese. 

“Entro il 2041 programmiamo di generare il 40% dell’energia da fonti rinnovabili”, ha affermato il ministero che ha anche annunciato che il Paese importerà energia idroelettrica dai vicini Nepal e Bhutan. L’annuncio è visto come una vittoria per la fragile ecologia del paese, flagellato costantemente da inondazioni, causa anche dei cambiamenti climatico. Sharif Jamil, segretario del Bangladesh Poribesh Andolon, il principale gruppo ambientalista del Paese, si è detto soddisfatto dell’annuncio. "È un passo molto positivo. Ringraziamo il governo per il passo audace e coraggioso", ha dichiarato.

_______________________

Fonte: Dhaka Tribune – 27 giugno 2021

image

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact cheching delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

Se apprezzi il nostro lavoro ✛ sostieni Mezzopieno

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...