Salta al contenuto

LO SPORT SALVA L’AMBIENTE: IL MONDIALE DI PLOGGING

image

Si è tenuto in Val Pellice, sulle Alpi torinesi, il primo campionato mondiale di plogging, la nuova disciplina che unisce sport e protezione dell’ambiente. La gara si è svolta su 1685 chilometri di sentieri dove decine di persone si sono sfidate tra prestazioni atletiche e protezione ecologica secondo tre parametri: la distanza percorsa, il dislivello positivo coperto e i rifiuti raccolti.

La competizione ha visto cinque gare in tre giorni in cui i partecipanti hanno raccolto 795 chili di rifiuti e migliaia di partecipanti virtuali hanno effettuato la stesa sfida a distanza nei loro comuni. A tutti gli iscritti al World Plogging Challenge sono stati consegnati un sacchetto per la raccolta dei rifiuti e un paio di guanti. La gara prevede di raccogliere almeno 1 rifiuto ogni 10 km di corsa calcolando 1 punto ogni km corso, 1 punto ogni 10 metri di dislivello, 1 punto ogni minuto in meno rispetto al tempo massimo di gara stabilito, 1 punto ogni grammo di CO2 risparmiata. Il conteggio della CO2 non coincide con il peso ma è in funzione del materiale:
1 g carta = 1,13 g di CO2 (fonte COMIECO)
1 g PET =1,8 g di CO2 (fonte AEA)
1 g alluminio = 7,98 g di CO2 (fonte CIAL)

Roberto Cavallo, atleta e divulgatore ambientale che ha ideato l’iniziativa, ha sottolineato che “abbiamo bisogno di allenarci duramente per cambiare abitudini, se vogliamo che i nostri figli vivano in un pianeta bello come lo abbiamo conosciuto noi”.

_______________

Fonte: Plogging challenge – 13 ottobre 2021

image

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact cheching delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

image

Se apprezzi il nostro lavoro e credi nel giornalismo costruttivo non-profit ✛ sostieni Mezzopieno

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...