Salta al contenuto

LA GUINEA EQUATORIALE ABOLISCE LA PENA DI MORTE

La Guinea Equatoriale ha abolito la pena di morte dal nuovo Codice Penale appena approvato nel Paese centrafricano. La storica decisione è stata annunciata dal vicepresidente della Repubblica, Nguema Obiang Mangue ed iscritta nella legge n. 4/2022, del codice penale della Repubblica della Guinea Equatoriale, dove l’articolo 26 indica che “Nell’applicazione delle sanzioni, la pena di morte è totalmente abolita nella Repubblica della Guinea Equatoriale”. “In questo modo, il Codice Penale del nostro Paese, proveniente
Continua...

SUDAN: IL PRIMO SINDACATO DEI GIORNALISTI IN DITTATURA

I giornalisti sudanesi sfidano la dittatura militare creando il primo sindacato indipendente in 30 anni di regime che ha represso la libertà di stampa e di espressione. La storica mossa ​​vede i professionisti dei media rivendicare i diritti dopo anni di persecuzione sotto Omar al-Bashir. “È un momento storico. Sarà un giorno memorabile per i sindacati, un giorno in cui eserciteremo la nostra democrazia sotto un governo militare e nonostante tutte le manette che ci
Continua...

83 BAMBINI SEPARATI DALLA GUERRA TORNANO DOPO 3 ANNI

Si è completato in Repubblica Democratica del Congo il ricongiungimento di 83 bambini separati dalle loro famiglie a causa del conflitto in corso nel Paese, un’operazione realizzata dalla Croce Rossa Internazionale dopo 3 anni di ricerche e trattative estremamente complesse. I bambini avevano perso i contatti con i loro cari a causa degli scontri armati e delle violenze nel sud-est del Paese. Il lavoro, avviato tra il 2019 e il 2021, è stato un processo
Continua...

ARRIVANO LE OBBLIGAZIONI CHE SALVANO I RINOCERONTI

Il mondo della finanza celebra l’arrivo del primo titolo obbligazionario al mondo dedicato alla salvaguardia di un animale in pericolo di estinzione. La Banca mondiale ha emesso quelli che sono già stati ribattezzati i Rhino bond, raccogliendo 150 milioni di dollari per aiutare i rinoceronti neri in Sud Africa. L’obbligazione pagherà agli investitori un rendimento legato al tasso di crescita della popolazione di rinoceronti nell’Addo Elephant National Park e nella Great Fish River Nature Reserve,
Continua...

LE TARTARUGHE MARINE TORNANO AD AUMENTARE

L’arcipelago africano di Capo Verde sta registrando un forte aumento del numero di tartarughe marine nei suoi mari. Negli ultimi sei anni, il numero di nidi è aumentato da 10.725 a quasi 200.000, il bracconaggio è notevolmente diminuito e le colonie sono ventuplicate, rendendo questo il secondo luogo di nidificazione al mondo per i grandi rettili marini. Forme di lavoro alternative e politiche di conservazione incisive hanno permesso agli isolani di vedere le tartarughe come
Continua...

RITROVATO IN AFRICA UN GRANCHIO ESTINTO DA UN SECOLO

Tra gli animali più minacciati dalle attività umane in Camerun ci sono una varietà di granchi d’acqua dolce che abitano principalmente nei fiumi e nei torrenti della foresta di Ebo. Tra le 22 diverse specie, nove delle quali endemiche, che vivono in questo habitat il Louisea yabassi è un piccolo granchio semi-terrestre che non era più stato avvistato dal 1908 e considerato estinto. Alcuni ricercatori dell’Università camerunense di Douala hanno ritrovato diversi esemplari di questa specie
Continua...

FABBRICHE MOBILI DI VACCINI IN AFRICA: SALUTE SENZA LUCRO

BioNTech, la società biotecnologica tedesca che con Pfizer ha sviluppato il primo vaccino per il Covid-19, ha presentato al pubblico delle unità mobili di produzione di vaccini che possono essere trasportate e montate in luoghi che hanno un accesso limitato alle forniture. Le fabbriche modulari si chiamano Biontainer e produrranno i vaccini mRNA messaggero fino a circa 50 milioni di dosi all’anno ciascuna, compresi i vaccini per la malaria e la tubercolosi, nonché i trattamenti
Continua...

IL CONGO CHIUDE L’EXPORT DI LEGNA PER SALVARE LE FORESTE

La Repubblica Democratica del Congo ha annunciato un piano per vietare le esportazioni di legname e per revocare tutte le licenze di sfruttamento straniero e di espropriazione della foresta pluviale, una delle più vaste al mondo. “Non vogliamo più contratti con partner che sono venuti a tagliare selvaggiamente le nostre foreste, ritireremo questo tipo di contratti”, ha dichiarato il ministro dell’ambiente Eve Bazaiba che ha contestualmente avviato una dura campagna per cancellare le concessioni forestali
Continua...

EGITTO, LE PRIME DONNE NOMINATE GIUDICI

Al Cairo, in Egitto, 98 donne hanno prestato giuramento come prime donne giudice nel Consiglio di Stato del Paese, uno dei suoi principali organi giudiziari che in precedenza era composto da soli maschi. Il giudice supremo, Mohammed Hossam el-Din, che le ha nominate, ha affermato che “le donne sono un’importante aggiunta al Consiglio di Stato”, dopo che il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sissi aveva chiesto alle donne di entrare a far parte del Consiglio di
Continua...

LA TORRE ITALIANA CHE ESTRARE ACQUA DAL DESERTO

Il progetto Italiano ideato dall’architetto Arturo Vittori è una torre capace di ricavare acqua potabile per i luoghi più aridi e poveri del mondo. Nasce in seguito a un viaggio in Etiopia, dove la siccità è un grave problema, e diventa per lui una missione di vita. La torre inventata da Vittori raccoglie fino a 80 litri d’acqua al giorno e convoglia l’umidità presente nell’atmosfera e l’acqua piovana, raccolta, immagazzinata e poi filtrata e distribuita agli
Continua...

LA SIERRA LEONE ABOLISCE LA PENA DI MORTE

Con una delibera parlamentare storica è stata abolita la pena di morte nello Stato africano della Sierra Leone. La pena era stata inserita nella Costituzione del 1991 per i reati di rapina aggravata, omicidio, tradimento e ammutinamento, ma già dal 1998 non era stata più in pratica eseguita. La nuova legge, oltre a sancire l’abolizione definitiva della pena capitale, prescrive la commutazione in ergastolo delle sentenze dei 99 detenuti nel braccio della morte del Paese
Continua...

LA FRANCIA SI RITIRA DAL SAHEL: VIA DALL’AFRICA

Il presidente francese Macron ha annunciato la fine dell’operazione Barkhane, il dispiegamento militare che vede 5.100 militari transalpini e circa 500 di altri Stati europei schierati nel Sahel a controllo di Niger, Mali, Ciad, Mauritania e Burkina Faso. L’operazione Barkhane è una task force anti-insurrezione iniziata nel 2014 dall’esercito francese contro i gruppi islamisti nella regione africana del Sahel nelle cinque ex colonie francesi, con lo scopo dichiarato di aiutare i governi dei Paesi a mantenere
Continua...

LA PRIMA DONNA SOMALA ALLE OLIMPIADI DI ARTI MARZIALI

Si chiama Munirah Warsame, ha 20 anni e sarà la prima atleta donna di Taekwondo a partecipare alle Olimpiadi per il suo Paese, la Somalia. Nata in Inghilterra dopo che i suoi genitori, sfuggiti alle violenze di inizio secolo, vi hanno trovato rifugio, la ragazza ha affermato di essere orgogliosa di poter concorrere per la bandiera del suo Paese natale. L’atleta ha dichiarato: “Sapere che rappresenterò il mio Paese alle Olimpiadi per la prima volta
Continua...

L’AFRICA IMPARA E VINCE LA SECONDA EPIDEMIA DI EBOLA

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato la fine ufficiale della seconda epidemia di Ebola in Guinea.  Dopo oltre quattro mesi dallo scoppio delle infezioni del virus mortale nell’Africa occidentale, le autorità sanitarie guineane hanno verificato la scomparsa dei contagi e il ritorno alla normalità, con un bilancio complessivo di 12 decessi dall’inizio dell’epidemia, contro gli oltre 11.000 registrati 5 anni fa. “Sulla base delle lezioni apprese dall’epidemia del 2014-16 e attraverso risposte rapide e coordinate, impegno
Continua...

IL GAMBIA HA DEBELLATO IL TRACOMA

Il Gambia è diventato il secondo paese in Africa ad eliminare il tracoma, una delle principali cause di cecità tra la popolazione. Il risultato, annunciato ufficialmente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, giunge dopo decenni di lavoro e di campagne sulla malattia che per la prima volta è stata sconfitta in Africa nello stato del Ghana nel 2018. Il tracoma ha provocato la perdita della vista a circa 1,9 milioni di persone in tutto il mondo e
Continua...

IL MALAWI ABOLISCE LA PENA DI MORTE

Con una sentenza del 28 aprile 2021 la Corte Suprema del Malawi ha dichiarato la pena di morte incostituzionale in quanto lesiva del diritto alla vita, sancendone ufficialmente l’abolizione. La Corte, chiamata ad esprimersi sul tema dal ricorso presentato da un condannato, ha ordinato l’annullamento della pena per più di 37 detenuti in attesa di esecuzione, convertendo la condanna al carcere a vita. Storicamente in Malawi la pena capitale è stata riservata ai colpevoli di
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...