Salta al contenuto

I PAKISTANI RITORNANO NEL PROPRIO PAESE PER RICOSTRUIRLO

image

Sembra che tutti se ne vadano dai propri Paesi per cercare fortuna altrove o per inseguire sogni di realizzazione. In Pakistan, una delle nazioni più povere al mondo, da qualche tempo il flusso si sta invertendo.

Sono circa 19.000 le persone emigrate o coinvolte in attività in paesi esteri che negli ultimi anni hanno deciso di ritornare nella propria zona di origine nel Sud Waziristan, un’area tribale nel sud del Paese. Grazie ad un programma del World Food Program delle Nazioni Unite, le persone vengono richiamate nei propri villaggi per lavorare su progetti che stanno ricostruendo le aree più misere ed isolate della Nazione. Offrendo loro un lavoro e un compenso adeguati, il progetto che sta avendo un grande successo, fornisce stimoli per ritornare e mezzi di sostentamento alle persone, aiutando allo stesso tempo a ridurre il rischio di impoverimento delle proprie comunità. Il progetto è stato reso possibile grazie a fondi stanziati dalla Agenzia Statunitense per lo Sviluppo Internazionale e dal Dipartimento del Regno Unito per lo Sviluppo Internazionale destinati al programma di riabilitazione delle aree tribali pakistane.

Il programma organizza corsi di istruzione sulla produzione agricola,

sulla riduzione dei rischi naturali e la lotta agli incendi ed ha già permesso la costruzione di 55 km di strade e la riabilitazione di 55 km di canali per l’irrigazione. Complessivamente 67 grandi infrastrutture sono già state completate e messe a disposizione delle comunità. 


Fonte: World Food Program

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...