Salta al contenuto

TORNANO LE FOCHE MONACHE IN SICILIA

La foca monaca, uno dei pinnipedi più minacciati al mondo, sembrava sparita dalle nostre coste; i suoi ultimi avvistamenti leggendari sembravano sempre più allontanare l’ipotesi che questo rarissimo mammifero marino potesse ancora vivere nei mari italiani.

Un primo avvistamento nel corso dell’inverno del 2016, ripreso dalle foto trappole alle isole Egadi in Sicilia e i successivi contatti avvenuti con i pescatori dell’isola hanno conferma la sua presenza. Il dato indica la frequentazione da parte di più di un esemplare negli ultimi anni. Considerata la rarità della specie e la scarsità di informazioni sulla sua frequentazione dei siti costieri italiani, il riscontro nell’arcipelago siciliano è molto importante per la sua valenza conservazionistica. La frequentazione è da attribuirsi ad un cambiamento, rispetto al passato nell’atteggiamento delle comunità locali verso questa specie e alla scelta di istituirvi la più grande riserva marina del Mediterraneo nel 1991.

Nel 1987 per salvaguardare la colonia di foche della grotta del Bue marino, nel golfo di Orosei, in Sardegna, fu varato un decreto che vietava la pesca e la navigazione con qualsiasi mezzo in tutta l’area. Nonostante le molteplici minacce, gli sforzi per la conservazione hanno dato frutti, infatti la popolazione è in continuo aumento e nel 2015 l’

Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ha declassato il grado di pericolo di estinzione di questa specie. 


Fonte: Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...