Salta al contenuto

COME UNA MALATTIA SENZA CURA È STATA CANCELLATA

image

Già nella Bibbia si parlava di serpenti di fuoco che affliggevano il corpo gli ebrei durante l’esodo nel deserto e di come questi implorassero Mosè di liberarli da questo supplizio. La dracunculosi, nota come malattia del verme della Guinea, è un parassita che entra negli esseri umani quando bevono acqua stagnante contaminata e che continua a vivere dentro di loro, crescendo e scavando nel loro corpo. È una patologia raramente fatale ma estremamente dolorosa e le persone infette rimangono lungamente paralizzate. Colpisce le comunità rurali che dipendono principalmente da sorgenti di acqua aperta, soprattutto nei paesi in via di sviluppo.

Circa 3,5 milioni di casi di dracunculosi si sono verificati negli anni ‘80 in tutto il mondo. In quegli anni la comunità internazionale lanciò una campagna per eradicare la malattia e il numero di casi segnalati globalmente oggi è sceso a 22 in soli 4 Paesi: Ciad, Mali, Sud Sudan e Etiopia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato 198 nazioni libere dalla dracunculosi. "Siamo prossimi all’interruzione della trasmissione nel Sud Sudan", ha detto Makoy Samuel Yibi, responsabile del programma nazionale di eradicazione presso il ministero della sanità.

Mentre non vi è alcun farmaco diretto per eliminare la malattia, il ciclo di vita del parassita può essere interrotto assicurando che le persone infette non entrino in acqua nel loro periodo di infezione acuta; in questo modo il verme non può depositare le sue uova e contaminare altri. Il ciclo può anche essere interrotto con fonti di acqua più pulite. L’estinzione del verme della Guinea si candida a diventare la prima malattia parassitaria mai sradicata e la seconda malattia umana ad essere eliminata nel mondo dopo il vaiolo. 


Fonte: World Health Organization – 27 settembre 2017

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...