Salta al contenuto

VIVERE SENZA SOLDI

image

Vivere senza soldi… Un’utopia. O un privilegio di chi abita immerso nella natura. Ma come si può restando calati nella società odierna? Qualcuno ci sta provando ad Alpignano, in provincia di Torino.

L’idea nasce nel 2014 da Marco Conti, 50 anni, che a seguito della lettura di “L’uomo senza soldi – Vivere facendo completamente a meno del denaro” di Mark Boyle, decide di creare un gruppo spontaneo verso la realizzazione di una comunità che si basi sull’economia del dono.

Al.vi.se (ALpignano VIve SEnza) si realizza con lo scambio di beni materiali e non, di abilità intellettuali e manuali che chiunque può offrire e ricevere. Il progetto dal piccolo Comune di 17 mila abitanti si diffonde anche nei paesi limitrofi e oggi conta quasi 900 membri in continuo aumento. Tra gli aderenti insegnanti, architetti, medici, infermieri, registi, ecodesigner, artisti, avvocati, agricoltori, pensionati e molti altri.

Marco Conti racconta: “Nei gruppi e sottogruppi di Al.vi.se. si organizzano incontri sull’auto-produzione ma anche sulla scienza olistica, perché al centro vi è l’essere umano. Tutte le iniziative sono gratuite: chi organizza, ospita o partecipa non ha spese e tutti vi possono accedere”. L’unico canale di comunicazione è WhatsApp e niente altro, per riguardo al pianeta. I modelli di consumo scelti privilegiano un’ideologia ecologica, senza nulla togliere al piacere di stare insieme e alla convivialità.


Fonte: articolo realizzato in collaborazione con Marco Conti, Al.vi.se – 3 ottobre 2017

Dalla redazione Volonwrite di Mezzopieno Torino

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...