Salta al contenuto

A 18 ANNI INVENTA UNO STENT SALVA-VITA PER IL CUORE

Il ragazzo studia da autodidatta ma ha scoperto una soluzione che lo ha reso uno dei 100 scienziati di eccellenza italiani

image

Giuseppe Bungaro è un ragazzo pugliese a cui è stata diagnosticata all’età di 13 anni una deformazione all’aorta addominale. Il giovane ha deciso di studiare il problema e informarsi. Nel giro di qualche anno è diventato un esperto delle nanotecnologie vascolari e ha iniziato a studiare il modo di risolvere le complicazioni legate all’impiego dei materiali tradizionali utilizzati negli impianti cardiaci che causano il 5% dei decessi nei casi complessivamente trattati .

Sfruttando la tecnologia che si occupa del controllo della materia su scala dimensionale inferiore al nanometro, ovvero un miliardesimo di metro, ha realizzato dei dispositivi in scala infinitesimalmente piccola e delle protesi vascolari elastiche della dimensione di una vena. La sua ricerca gli ha permesso di mettere a punto da autodidatta il primo stent pericardico auto-espandibile, un’invenzione che potrà salvare la vita a migliaia di persone.

Giuseppe fa ancora il liceo ma dopo aver vinto l’European Union Contest for Young Scientists, la competizione che vede in gara i talenti scientifici europei junior fra i 14 e i 21 anni, è stato inserito nelle 100 Eccellenze Italiane come giovane talento della medicina. Il suo sogno ora è entrare nella Facoltà di Medicina e continuare a contribuire alla salute delle persone con le sue invenzioni e il suo talento.


Fonte: La Stampa – 4 dicembre 2018

✔ Buone notizie cambiano il mondo. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...