Salta al contenuto

LA PAURA DI MORIRE VIOLENTEMENTE NASCE DAI MEDIA

image

Capire come va il mondo e cosa causa ciò che succede, è un desiderio di tutti gli esseri umani e i media hanno il compito di raccontarlo e di spiegarlo con la maggiore aderenza possibile alla realtà. Ciononostante l’informazione spesso si sofferma con insistenza sulle notizie negative e sugli episodi più cruenti e dolorosi.

Uno studio comparato ha messo in confronto le principali cause di morte e la copertura mediatica di queste, scoprendo che ciò di cui si legge e si commenta di più, in realtà non corrisponde alle reali cause di decesso.

Le maggiori differenze riguardano le forme violente di morte: suicidio, omicidio e terrorismo infatti ricevono molta più attenzione dai media e nelle ricerche su Internet rispetto alla loro quota relativa di morti che causano. I media riportano oltre il 70% di notizie sulle cause di morte violente mentre nella realtà questa rappresentano meno del 3% del totale dei decessi. Lo studio ha poi rilevato che che circa un terzo delle morti complessive derivano da malattie cardiache, mentre questa causa riceve solo il 3% della copertura mediatica.

L’analisi permette di capire che quello le persone cercano su Internet è il riflesso di ciò che viene presentato nei media; un comportamento che evidenzia quanto le nostre percezioni del mondo siano influenzate da ciò che leggiamo.

Fonte: Ufficio Studi Mezzopieno;  Center for Disease Control and Prevention; Owen Shen database – 11 giugno 2019

✔ Buone notizie cambiano il mondo. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...