Salta al contenuto

LE MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI NEL MONDO CALANO DRASTICAMENTE

image

Le mutilazioni genitali femminili sono un fenomeno che colpisce circa 200 milioni di ragazze e bambine in tutto il mondo. Questa pratica è gradualmente diminuita e nell’ultimo anno ha visto un significativo declino, principalmente in Africa.

Il rapporto del British Medical Journal raccoglie i dati delle ragazze africane fino a 14 anni e rileva un calo dal 71,4% di casi del 1995 all’8% di oggi. Tradizionalmente questa pratica è più diffusa nelle nazioni dell’Africa orientale, come la Somalia dove il 98% delle donne sono state mutilate. Il declino è stato più lento nell’Africa occidentale e settentrionale ma “rimane significativo”, secondo gli autori del rapporto, un team di ricercatori britannici e sudafricani dell’Università della Gran Bretagna della Northumbria. In soli due paesi del Medio Oriente, Iraq e Yemen, il tasso è aumentato. “C’è evidenza di un enorme e significativo declino nella prevalenza di mutilazioni genitali tra le bambine”, hanno scritto gli autori del rapporto.

La mutilazione genitale femminile comporta l’alterazione o la rimozione dei genitali femminili come il clitoride o le labbra. La procedura può causare gravi emorragie e problemi di salute tra cui infezioni e infertilità, nonché complicanze durante il parto e anche la morte.


Fonte: Organizzazione delle Nazioni Unite

British Medical Journal

Buone notizie cambiano il mondo. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...