Salta al contenuto

MARIA IRENE BELLIFEMINE | MARIA CROCI

Rete nazionale degli assessori alla gentilezza

image

Assessore alla gentilezza e Sindaco del Comune di Malnate (VA)

____________________________________

Come mai ha deciso di istituire un assessorato alla gentilezza?

Ho accolto con piacere l’invito dell’ associazione Cor et Amor e del Movimento Mezzopieno ad avere anche nella nostra città un Assessore con delega alla Gentilezza.
Promuovere la gentilezza permette di favorire il benessere e sostenere una buona crescita serena di bambini e ragazzi.
Dare più attenzione al comportamento, all’ambiente e al decoro pubblico, alla sicurezza e alle persone diversamente abili è sicuramente un investimento etico a breve e lungo termine.
La delega è stata affidata All’assessore Maria Croci alla quale è stata affiancata Cecilia Carangi Consigliera con delega a sensibilizzazione dei giovani al rispetto per le istituzioni e all’educazione dei rapporti umani. (Irene Bellifemine, sindaco)

Quale è stata la sua reazione nel ricevere la delega alla gentilezza?

Ho vissuto un attimo di smarrimento. Ho poi apprezzato e ringraziato la mia Sindaco per la fiducia nel promuovere questa pratica, credo che negli anni sia andata un po’ perdendosi. Sono convinta che il rispetto reciproco sia alla base di ogni buona convivenza, il mio impegno si concentrerà su questo e non solo.

Può la gentilezza diventare una buona pratica per migliorare la qualità della vita delle persone?

Nel periodo storico che stiamo vivendo sono certa che la gentilezza possa nutrire comportamenti positivi. Azioni e linguaggio rispettosi sono strumenti del buon vivere, prevengono l’emarginazione, l’aggressività, il bullismo e migliorano le relazioni sociali e ambientali.
La nostra realtà cittadina è ricca di associazioni con uno spirito di comunità molto vivo.
Un assessorato alla gentilezza non può che ribadire l’importanza del prendersi cura dell’altro, del rispetto delle persone, dell’ ascolto attivo, del saper aspettare il proprio turno, azioni che possono sembrare “ piccole” ma che portano a grandi cambiamenti.
Il “buongiorno” alla persona che incontri, il “grazie” per un gesto ricevuto, il “prego” che a volte non ti aspetti… beh : “La bella e buona maniera, fa cambiar l’inverno in primavera”!

Cosa significa per lei vedere il bicchiere mezzo pieno?

Mi piace ricordare il detto “Non c’è un male che non sia un bene”, la frase la dice lunga, è importante non demoralizzarsi davanti alle difficoltà che la vita ti prospetta, ma affrontarle consapevoli che ogni difficoltà porta sempre risvolti positivi, nuove opportunità. (Maria Croci, assessore)

A svolgere questo compito di sensibilizzazione, l’assessore sarà affiancata da Cecilia Carangi, giovane consigliera della nostra Amministrazione

In un periodo in cui l’arroganza e l’odio sono gli approcci più spontanei, l’introduzione della delega alla gentilezza penso che sia un atto stimolante e rigenerante. Ci spinge a riflettere sulle nostre abitudini e sui piccoli gesti quotidiani riempiendo le giornate di felicità. Penso che la gentilezza, spesso data per scontata, sia il primo passo per aprirsi verso chi ci sta attorno e dialogare,
tornando a vivere quel senso di comunità di cui parlano sempre i nonni ma che negli anni è andato perso. La gentilezza è felicità e amicizia, tutto quello di cui abbiamo bisogno ogni giorno.
(Consigliere Maria Cecilia Carangi)

________________________________

Leggi le altre testimonianze di Sindaci e Assessori che stanno lavorando per costruire comunità più umane e positive

Guarda il programma della Rete nazionale degli assessori alla gentilezza

Partecipa con il tuo Comune – coinvolgi la tua comunità nella gentilezza

 

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...