Salta al contenuto

CAMILLA MURGIA

Assessore alla gentilezza

Assessore alla Gentilezza del Comune di Pesaro



Cosa è per lei la gentilezza?

È un valore che in questo momento storico si sta un po’ perdendo ma che racchiude in sé tutta una serie di pratiche che sono intrinseche all’essere umano. Ma la gentilezza è anche una dimensione della vita che non può crescere se non la si nutre e le si presta attenzione.


Come può la politica portare più gentilezza nella comunità?

La politica, in senso generale, dovrebbe essere il primo motore di questo valore attraverso la pratica  dell’inclusione, della cooperazione e dell’empatia verso l’altro. Può farlo con percorsi reali di formazione, soprattutto verso le fasce più giovani della popolazione e cioè fin dalle scuole della prima infanzia. In questa dimensione la politica può fare moltissimo: può educare i cittadini con il confronto, le attività mirate e le buone pratiche. Pesaro è molto attiva su questo fronte: negli anni ha creato molti gemellaggi con altre città, in Italia e all’estero, che hanno al centro proprio le politiche educative e giovanili.


Qual è il suo modello di gentilezza?

La potrei chiamare “gentilezza attiva”. Cercare cioé di trasferire ottimismo attraverso le azioni. È una gentilezza che va da me verso il mondo esterno. Penso che se tutti lo facessimo il mondo sarebbe sicuramente un luogo più gentile.


Come può la gentilezza contribuire al benessere della società?

Se le azioni gentili diventano parte della nostra vita e del nostro agire quotidiano sarebbero una dimensione fondamentale della nostra pratica e la società tutta ne sarebbe investita. Alcuni atteggiamenti di violenza non esisterebbero più e ci sarebbe un ritorno a una società coesa e unita.


Cosa significa per lei vedere il bicchiere mezzo pieno?

Mezzo pieno è il motto della mia vita. Mi viene in mente un cartone che vedevo quando ero bambina: Pollyanna. Lei cercava sempre l’aspetto migliore delle cose anche nelle situazioni più buie. Questo approccio mi contraddistingue da sempre e oggi come insegnante e assessore del mio comune, cerco di trasferirlo alle mie attività e alle persone che mi stanno accanto.


 

Leggi le altre testimonianze di Sindaci e Assessori che stanno lavorando per costruire comunità più umane e positive

Guarda il programma degli assessori alla gentilezza

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...