Salta al contenuto

SEMPRE MENO RIFIUTI FINISCONO NELLE DISCARICHE

La quantità totale di rifiuti prodotti nell’UE è in crescita, nonostante questo la quantità di rifiuti urbani conferiti in discarica è in diminuzione. Negli ultimi 25 anni il calo è stato di oltre la metà, il 58% in meno, passando da 286 kg pro capite all’anno del 1995 a 115 kg pro capite del 2020. Grazie a questa costante riduzione, la quota di rifiuti che terminano la loro vita utile senza trovare un riutilizzo è
Continua...

ARRIVA IL PRIMO CESTINO CHE SEPARA DA SOLO I RIFIUTI

Si chiama Bin-e ed è il primo raccoglitore di rifiuti al mondo a fare la differenziata autonomamente. Si tratta di un cestino intelligente che riconosce, smista e comprime automaticamente i rifiuti. Il suo sistema interno identifica la tipologia di scarto grazie a un riconoscimento basato sull’intelligenza artificiale e sull’elaborazione delle immagini. Un sistema di compressione riduce il volume dei rifiuti introdotti fino all’80% del loro volume e un dispositivo effettua il controllo del livello di
Continua...

Il DIVORATORE DI RIFIUTI OCEANICO FUNZIONA: UN RECORD

Il più grande sistema di raccolta di rifiuti oceanico, l’Ocean Cleanup, funziona e fa segnare un record nell’operazione di pulizia delle acque inquinate dalle plastiche.  Nato otto anni fa e a tre anni dal lancio del suo sistema per raccogliere i detriti di plastica galleggianti, la più grande operazione di bonifica dell’oceano raggiunge un importante primato. Nel corso degli anni lo sviluppo di questa nuova tecnologia oceanica ha continuamente migliorato la sua capacità di raccolta e
Continua...

VIVERE A SPRECO ZERO: LA NUOVA MODA

C’è un movimento di persone che in tutto il mondo ha deciso di non aspettare che “qualcuno faccia qualcosa” e che ha scelto di cambiare vita radicalmente e intraprendere un percorso a rifiuti zero. Si chiamano Zero waster e puntano a non produrre scarti, per salvaguardare l’ambiente e la sostenibilità della vita sul nostro pianeta. Queste persone si ispirano a un modello di consumo alternativo che elimina o riduce drasticamente i prodotti monouso, in particolare quelli
Continua...

IL VERMONT DIVENTA IL PRIMO STATO AD ABOLIRE I RIFIUTI

Lo Stato americano del Vermont è il primo al mondo a emanare una legge che bandisce i rifiuti. Un nuovo atto legislativo emanato dal Dipartimento di conservazione ambientale, il Food Waste Ban (letteralmente – bandire lo spreco di cibo), mette fine allo smaltimento di rifiuti alimentari compostabili e vieta gli avanzi di cibo nella spazzatura. Questo atto ambizioso si pone l’obiettivo di creare una nuova coscienza ecologica nella popolazione e nuovi comportamenti virtuosi che permettano
Continua...

I RIFIUTI DIVENTANO UNA PISTA DA SCI E ALIMENTANO LA CITTÀ

A Copenaghen, la capitale della Danimarca, è stato combinata la produzione di energia pulita con la ricreazione e il riciclo. CopenHill è una centrale termoelettrica ma allo stesso tempo è anche un luogo dove le persone si divertono e una attrazione turistica: una pista da sci estivo e invernale e un’area attrezzata per diversi sport. L’edificio della centrale elettrica utilizza i rifiuti anziché i combustibili fossili per produrre energia per la città è sta contribuendo
Continua...

IN INDIA IL BAR DOVE SI PUÒ MANGIARE IN CAMBIO DI RIFIUTI

In India è nato il primo bar dove le persone possono mangiare in cambio di spazzatura. Il Garbage cafe è sorto nel distretto Municipale di Ambikapur, per iniziativa dell’amministrazione Comunale ed ha il duplice obiettivo di ridurre i rifiuti in strada facendo fronte al problema delle molte persone che non hanno i soldi per procurarsi cibo. Il sindaco di Ambikapur, Ajay Tirkey, ha dichiarato che il progetto fa parte di un programma di raccolta rifiuti
Continua...

NATALE IN CANOA PER RACCOGLIERE LA PLASTICA

Un Natale in canoa come regalo per l’ambiente, raccogliendo i rifiuti per pulire le nostre acque e rendere laghi, mari e fiumi liberi dalle plastiche. È l’iniziativa che in diversi specchi d’acqua sta attraversando il nostro Paese e proprio a Natale, sul Tevere a Roma, sta coinvolgendo decine di persone legate dalla passione per la canoa e per la natura che hanno dedicato il loro tempo per aiutare il grande fiume a respirare. I rifiuti
Continua...

I BAMBINI TRASFORMANO I RIFIUTI IN UN’OPERA D’ARTE

Non solo buttare o riciclare ma anche dare nuova vita a ciò che sembra non averne più. È quello che hanno fatto i ragazzi della scuola Zandrino di Mombercelli (AT): hanno raccolto tappi, capsule e bottiglie di plastica e hanno realizzato un grande fiore colorato utilizzando esclusivamente materiali di recupero e trasformando in questo modo il rifiuto in una risorsa creativa. Il soggetto che hanno creato è un mandala, una rappresentazione simbolica del cosmo della tradizione buddista
Continua...

ARRIVANO I CESTINI CHE CAPISCONO LA SPAZZATURA

Dopo essere stata riconosciuta come la seconda migliore città d’Europa per la raccolta differenziata, Milano è ora il primo Comune italiano a passare alla raccolta dei rifiuti intelligente. Dopo una lunga fase di sperimentazione, partita durante l’Expo, i nuovi cestini tecnologici dell’Azienda Municipale Servizi Ambientali, brevettati dai laboratori del Politecnico di Milano, sono entrati in funzione in città. Il sistema funziona con un sensore all’interno del cestino in grado di rilevare il volume di rifiuti
Continua...

I GRANDI CUOCHI CUCINANO IL CIBO BUTTATO

Le statistiche indicano che ogni anno  quasi un terzo della produzione alimentare mondiale viene sprecato. Circa 1,3 miliardi di tonnellate, pari a circa 680 miliardi di euro nei paesi industrializzati e 310 miliardi di euro nei paesi in via di sviluppo. Questi dati hanno spinto i migliori cuochi del mondo a fare qualcosa per ridurre il cibo buttato dalle cucine ogni giorno. Nel 2015 Massimo Bottura dell’Osteria Francescana, riconosciuto come il miglior ristorante del mondo, ha
Continua...

ITALIA: PARTE IL VUOTO A RENDERE

Quando le vecchie idee si scoprono migliori delle novità: torna, dopo tanti anni di bottiglie di plastica usa e getta, il “vuoto a rendere”. A partire dal 10 ottobre tutti i commercianti di bevande d’Italia potranno offrire ai clienti la possibilità di restituire le bottiglie vuote di birra, acqua o vino, eliminando di fatto lo scarto del contenitore. Al momento dell’acquisto di bevande in imballaggi riutilizzabili, l’utente verserà una cauzione proporzionale a quello del vuoto, senza
Continua...

ORA I RIFIUTI DIVENTANO PIASTRELLE

Presentato a Shangai in occasione della Giornata della Terra, Trashpresso è l’ultima innovazione di Miniwiz, la società taiwanese che ha come motto “in trash we trust” (“crediamo nella spazzatura”) e si è specializzata nel riutilizzo di materiali riciclati per la produzione di nuovi oggetti di uso quotidiano (c.d. upcycling). Trashpresso è un centro di riciclo mobile in grado di trasformare i rifiuti in piastrelle per pavimentazioni interne ed esterne. Ideato per combattere il problema dello
Continua...

LA CITTÀ SENZA SPAZZATURA

Kamikatsu in Giappone è la prima città al mondo che sta riuscendo a eliminare completamente i rifiuti. Nella città non esistono i cassonetti della pattumiera e non passano camion della spazzatura a ritirare l’immondizia. Gli abitanti riciclano l’80% dei rifiuti da soli, dividendoli e portandoli nel centro dove sono raccolti in modo separato, riciclati o compostati. Un impegno che viene rispettato da tutti e a cui tutti si attengono correttamente, anche se comporta un notevole
Continua...

LE SENTINELLE DEI RIFIUTI

Le Sentinelle dei Rifiuti sono un gruppo di giovani collaboratori di Eco dalle Città, il notiziario on-line per l’ambiente urbano e l’ecologia, impegnati in progetti di promozione e diffusione della cultura del riciclo e riduzione dei rifiuti. Il gruppo, nato a Torino nel 2013, opera in diversi quartieri della città come Vanchiglia, San Salvario e Porta Palazzo per sostenere gli abitanti in piccole azioni quotidiane di recupero e riciclo, dimostrando loro quanto materiale riciclabile viene
Continua...

ASFALTARE LE STRADE CON LA SPAZZATURA

Rifiuto non sarà più sinonimo di inutile o inutilizzabile: oggi, infatti, è possibile recuperare il 70% dei rifiuti da spazzamento delle strade e trasformarli in nuova materia, riutilizzabile, ad esempio, nell’edilizia o nell’asfaltatura delle strade stesse. In Italia esistono già 11 impianti per il trattamento e recupero dei rifiuti: il primo è stato costruito nel 2005 a Bergamo, l’ultimo è stato da poco inaugurato a Guidonia, in provincia di Roma. Si tratta di ripensare il
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...