Salta al contenuto

I RIFIUTI DEGLI OCEANI PRENDONO VITA

image

I rifiuti dispersi nei mari e negli oceani sono un problema che da qualche anno sta interessando seriamente non soltanto le organizzazioni ambientaliste, ma anche gli stati e persino le aziende.

Alcune iniziative estremamente innovative stanno coinvolgendo in maniera molto concreta i tre principali ambiti di intervento: la pulizia, il riutilizzo e la prevenzione.

Uno studente di ingegneria olandese di 19 anni ha progettato un innovativo programma, l’Ocean Cleanup Array, destinato a ripulire le plastiche che soffocano i mari. Il sistema sfrutta le correnti per convogliare i rifiuti in grandi reti e con un bassissimo costo ha la potenzialità di coprire e pulire l’intero oceano.

La Parley for the Oceans ha lavorato per molti anni per ottenere la prima scarpa prodotta con gli scarti raccolti dagli oceani. Un progetto di recupero studiato insieme alla società Adidas che rappresenta la prima iniziativa di una linea di prodotti per il mercato di massa ottenuti dalla plastica raccolta dagli oceani.

L’inquinamento delle acque rappresenta un rischio per la salute dell’intero ecosistema ed un nuova sensibilità sta prendendo piede negli ultimi anni. Un caso fra tutti Venezia, dove a fronte di un aumento del traffico di navi da crociera, l’inquinamento delle acque della laguna è in diminuzione.


Fonte: Parley

Plastic Accumulation in the Mediterranean SeaThe Ocean Clenaup; Meteoweb

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...