Salta al contenuto

LA CURA PER IL MORBO DI CROHN E ‘ ITALIANA

image

Il morbo di Crohn non è più incurabile.

Arriva dall’Università di Tor Vergata la notizia della scoperta di una terapia innovativa che ridà speranza ai malati di questa grave sindrome autoimmune che colpisce in particolar modo i giovani e le donne.

Un gruppo di ricercatori coordinato dal prof. Giovanni Monteleone, docente di gastroenterologia presso l’ateneo romano, ha infatti dimostrato l’efficacia di un farmaco in grado di rimuovere i sintomi della malattia dopo soli 15 giorni di somministrazione.

La scoperta è estremamente rilevante dal momento che la malattia di Crohn oltre a causare la morte di migliaia di persone nel mondo ogni anno, è estremamente impattante sullo stile di vita di coloro che la contraggono. L’intervento chirurgico che spesso deve essere praticato, causa una riduzione parziale dell’indipendenza e forti implicazioni secondarie.

Pubblicato sulla prestigiosa rivista medica New England Journal of Medicine, lo studio ha dimostrato l’efficacia di una nuova molecola che è in grado di inibire la proteina associata all’infiammazione tipica del morbo in oltre il 65% dei casi. I sintomi della malattia non sono ricomparsi entro la fine del periodo di osservazione durato 3 mesi. Le terapie conosciute fino ad oggi non permettevano di ridurre la progressione della malattia e le sue conseguenze, che nella gran parte dei casi portavano all’asportazione dell’intestino dei pazienti. Il farmaco, ha affermato l’inventore del farmaco, “consente di ripristinare nell’intestino dei pazienti con malattia di Crohn i normali e fisiologici meccanismi anti-infiammatori operanti nei soggetti sani”.

Il farmaco ha una casistica di successo estremamente alta e per entrare nella pratica clinica stanno per partire gli studi terminali (fase III) che coinvolgeranno un alto numero di pazienti e test massivi. Se i loro risultati saranno positivi il farmaco potrà essere inserito nel circuito commerciale e rappresenterà la nuova speranza di chi convive con il morbo di Crohn e con altre malattie infiammatorie intestinali.


Fonte: New England Journal of Medicine

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...