Salta al contenuto

IN KENIA LE RELIGIONI SI UNISCONO PER LA PACE

image
image
image

“Vogliamo che tutta la gente sappia che siamo uniti e che stiamo lavorando insieme”. Con questa dichiarazione Albert Woresha Mzera, il pastore anglicano della baraccopoli di Kibera ha aperto la sua chiesa ai fedeli di tutte le religioni e lanciato il grande accordo con le altre professioni del Paese.

In Kenia la convivenza tra fedi e culti diversi è sempre stata pacifica e tollerante ma negli ultimi anni le cose sono cambiate e l’estremismo jihadista e i guerriglieri somali di Al-Shabaab stanno minando l’armonia tra la popolazione e limitando la libertà di culto. Per questo motivo le grandi religioni hanno deciso di unirsi, cambiare le cose e di lanciare un messaggio a tutta la popolazione: luoghi di culto dipinti di giallo per mostrare a tutti l’unità degli uomini di fede. “Il giallo è un colore neutrale ed è il colore del sole che splende su tutti. I musulmani hanno pitturato la chiesa anglicana ed i cristiani hanno fatto la stesa cosa alla moschea. Insieme hanno mostrato il loro amore e la fiducia reciproca” ha dichiarato l’imam Sheikh Yusuf Nasur Abuhamz. E dopo di loro anche i templi induisti e le sinagoghe hanno seguito l’esempio, in un accordo che non ha precedenti.


Fonte: Colour in Faith

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...