Salta al contenuto

QUEST’ESTATE REGALA UN VINO PIÙ ECCEZIONALE CHE MAI

image

Il grande caldo di questa estate ha portato con sé un fenomeno eccezionale per la viticoltura.

La scarsità d’acqua ha impedito le fitopatie e le malattie delle piante, quali peronospora e oidio, permettendo un netto calo dei trattamenti fitosanitari e dell’uso di prodotti chimici. La conseguenza è una produzione di uva biologicamente molto pura e di altissima qualità. La perdita di produzione causata dalla minore piovosità è stata pertanto compensata da minori costi per i trattamenti e soprattutto da acini perfetti e ricchi di zuccheri e sapore.

Da qualche giorno ha preso il via nel sud Italia la vendemmia 2017 che sarà ricordata per la sua precocità e per la qualità.
Le prime uve a essere vendemmiate sono quelle a bacca bianca che si usano preferibilmente per produrre gli spumanti, come il Pinot e lo Chardonnay. Segue l’uva nera. 

In Puglia tutto è pronto per vinificare il nuovo Primitivo, un prodotto DOC esportato in tutto i mondo che quest’anno sarà di qualità superlativa. Sul fronte della commercializzazione delle uve da vino i prezzi sono molto buoni.

La campagna vinicola 2017 è rappresentata dall’informatizzazione dei registri di produzione che non saranno più cartacei ma direttamente collegati con l’agenzia di servizio del ministero per l’Agricoltura, il Sian. Le imprese per la prima volta, potranno dematerializzare i registri di cantina, che grazie alla nuova normativa del Testo unico sul vino, significherà maggiore semplificazione e chiarezza per produttori e consumatori.


Fonte: Quotidiano di Puglia – 21 agosto 2017

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...