Salta al contenuto

RICOSTRUITA LA PIÙ GRANDE RETE FAMIGLIARE DELL’UMANITÀ

image

Sono circa 13 milioni di persone imparentate tra loro, vissute dai tempi di Cristoforo Colombo fino ai giorni nostri, tra l’Europa e il nord America. Si tratta dell’albero genealogico più grande e preciso di sempre, ricostruito da un gruppo di università americane e con il lavoro di anni di centinaia di ricercatori. 

L’immensa mappa è stata realizzata usando i dati dei social media disponibili e raccolti da un sito

di ricerche genealogiche online. Oltre 86 milioni di profili che sono stati messi insieme in un albero genealogico che racconta di matrimoni, migrazioni, morte e longevità negli ultimi 500 anni. Il database pubblico ospita decine di milioni di profili volontari, per analizzarli è stato necessario l’aiuto dei matematici e della teoria dei grafi, che permette di organizzare grandi quantità di informazioni. Così è stata ricostruita una famiglia di 13 milioni di persone, un clan grande come una piccola nazione che comprende 11 generazioni.

“Abbiamo creato qualcosa di unico” dichiara

Yaniv Erlich, della Columbia University di New York, responsabile della ricerca pubblicata sulla rivista Science. Prima del 1750 la maggior parte degli americani trovava il coniuge entro 10 chilometri dal luogo di nascita ma dopo il 1950 la distanza si è estesa a circa 100 chilometri. Prima del 1850 ci si sposava più spesso fra cugini. L’albero mostra anche che le donne di Europa e Nord America, negli ultimi 300 anni, sono emigrate più degli uomini, ma questi ultimi si sono spostati più lontano.

Per cercare le proprie radici si può andare sul sito Geni.com.


Fonte: Geni;  Science – 21 maggio 2018

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...