Salta al contenuto

A NAPOLI ARRIVANO LE CASE DI CARTONE PER I CLOCHARD

image

Per i tanti senza fissa dimora di Napoli il designer Giuseppe D’Alessandro ha ideato una soluzione temporanea come risposta alla situazione di disagio e di vulnerabilità.

“L’idea di fare qualcosa mi venne tempo fa a Parigi, quando notai la folla di senza dimora nelle stazioni della metropolitana. Quella notte non riuscii a prendere sonno. Qualcuno li chiama invisibili, mi chiedevo: perché non fare qualcosa per renderli visibili? E così, con i miei amici, ci siamo messi al lavoro”. Nasce così l’idea di costruire delle piccole case-contenitore che proteggono dal freddo e dalle intemperie chi vive in strada. Giuseppe con i suoi amici fonda l’associazione Napoli 2035, una data in cui il giovane architetto spera di raggiungere l’obiettivo di vedere risvegliate le relazioni sociali grazie a una maggiore attenzione verso l’altro.

Giuseppe progetta le case di cartone in doppio strato, ecocompatibili e resistenti al vento, al fuoco e all’acqua. Con i suoi amici ha già distribuito diversi rifugi Scorz tra i senza fissa dimora della galleria Umberto I di Napoli.

Il futuro immaginato da Giuseppe non si limita a questo progetto, la sua è dichiaratamente una soluzione temporanea e fa leva sulle istituzioni per l’attribuzione di una casa e per combattere l’abbandono edilizio. L’associazione ha lanciato una raccolta fondi per poter sostenere le spese di realizzazione di centinaia di Scorz da portare in tutta Italia.


Fonte: Napoli Today

Napoli2035.it

– 8 gennaio 2019

Volonwrite per Mezzopieno

✔ Buone notizie cambiano il mondo. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...