Salta al contenuto

A KIEV RIAPRONO LE DISCOTECHE

Nonostante l’invasione ancora in corso, la vita per i giovani di Kiev sta lentamente riprendendo.

La legge marziale che vieta agli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni di lasciare il Paese rimane in vigore a livello nazionale ciononostante molti dei residenti di Kiev sono tornati a casa. La città è tornata a vivere, soprattutto culturalmente; cinema e teatri hanno riaperto e settimanalmente si tengono concerti ed eventi artistici. Anche la musica elettronica è tornata sebbene al di fuori del coprifuoco che dura dalle 23:00 alle 5:00. Le discoteche stanno riaprendo all’aperto e gli eventi diurni sono diventati la norma. Il bisogno di ritrovarsi è più forte che mai e la musica e la socializzazione si combinano con lo scopo anche di raccogliere denaro per i gruppi umanitari e per l’esercito.

“Per i partecipanti le feste sono una meritata opportunità per trovare sollievo psicologico. Per molte persone è un lavoro e non ci sono alternative quando si tratta di poter sfamare le proprie famiglie. Molti stanno organizzando eventi per cause caritatevoli” dice il DJ Daniel Detcom. “La possibilità di riapertura dei club dipenderà dal consenso generale sull’incolumità fisica in una determinata regione. Mentre c’è ancora il rischio di possibili colpi di missili e il coprifuoco notturno, le cose possono cambiare abbastanza rapidamente e speriamo tutti in un cambiamento positivo”.

____________________

 

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact checking delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

Se trovi utile il nostro lavoro e credi nel principio del giornalismo costruttivo non-profit | sostieni Mezzopieno

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...