Salta al contenuto

È PACE IN TIGRAY: I CIVILI TORNANO A CASA

Dopo due anni di guerra, la vita riprende nella martoriata regione del Tigray, in Etiopia.

Il trattato di pace firmato pone fine al conflitto tra forze federali e regionali, gruppi etnici e forze armate e tra il Fronte Popolare di Liberazione del Tigray e il Governo Federale Etiope iniziato nel novembre 2020 che ha causato circa mezzo milione di vittime, due milioni di sfollati e uno dei più gravi disastri umanitari degli ultimi decenni.

A fine dicembre sono ripresi i voli tra la capitale dell’Etiopia Addis Abeba e Mekelle, capoluogo della regione del Tigray, e i primi esuli sono tornati a casa dalle loro famiglie. I servizi di base e le consegne di aiuti umanitari stanno gradualmente riprendendo. Le principali città sono state ricollegate alla rete elettrica dopo più di un anno e mezzo di assenza di energia e le attività stanno riaprendo. La compagnia aerea Ethiopian Airlines ha riaperto i voli di linea e sta riprendendo servizio su tutte le linee anche per riportare a casa i molti etiopi fuggiti in questi anni dalla guerra. Le foto condivise dai media statali in Etiopia mostrano centinaia di agenti di polizia che tornano nella regione in convogli per ristabilire l’ordine e la pace.

Una delegazione dell’Unione africana e del governo etiope è arrivata a Mekelle per istituire una missione per monitorare i progressi nell’attuazione dell’accordo di pace e gli ambasciatori di 32 Paesi sono tornati nella città a svolgere le funzioni diplomatiche.

___________________

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact checking delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

Se trovi utile il nostro lavoro e credi nel principio del giornalismo costruttivo non-profit | sostieni Mezzopieno

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...