Salta al contenuto

TROPPO BUONO PER BUTTARLO: L’APP PER NON SPRECARE

Quando il cibo si avvicina alla scadenza non può generalmente più essere venduto o deve essere immesso in un circuito che spesso finisce per destinarlo a mangime per animali o alle discariche. Una soluzione che rende più facile il recupero del cibo invenduto ma ancora buono è stata inventata da una start-up danese che ha trovato il modo per connettere le attività commerciali con i consumatori più attenti. L’applicazione è scaricabile sullo smartphone e geolocalizza
Continua...

FAR PARLARE I SORDI AL TELEFONO: ORA SI PUÒ

Una nuova barriera è stata abbattuta: le persone non udenti e sordomute potranno comunicare al telefono come tutte le altre. Una tecnologia inventata in Italia permette di insegnare al telefono il modo per fare parlare chi non ha voce o non può sentire. Si chiama Pedius e trasforma in una comunicazione vocale istantanea i testi scritti dall’utente, facendo il processo inverso con le parole dette da chi è in comunicazione con lui, tutto in tempo
Continua...

ARRIVA L’APP PER SAPERE SE IL CIBO È  DAVVERO SANO

Secondo molti studi, oltre la metà del cibo che assumiamo contiene sostanze chimiche e l’eccessiva assunzione di alcuni alimenti può contribuire a superare i livelli soglia di sicurezza settimanali. Un gruppo di ricercatori italiani ha messo a punto un sistema che permette di monitorare i cibi prima di essere consumati e di capire se si sta rischiando di mangiare qualcosa che potrebbe farci male. Una applicazione scaricabile sullo smartphone permette di monitorare i contaminanti potenzialmente
Continua...

MILIONI DI CIECHI ORA POSSONO VEDERE I FILM

L’India è il più grande mercato cinematografico del mondo, con oltre 1600 nuovi film prodotti nelle varie lingue del grande Paese ogni anno. Andare al cinema per gli indiani è in assoluto il passatempo più amato e popolare. Per i circa 48 milioni di ipovedenti indiani, tuttavia, la possibilità di godersi un film è preclusa: molti possono capire la trama soltanto con l’aiuto di qualcuno che  spieghi lo svolgimento delle scene. Una società di software indiana
Continua...

MESSAGGI DALLA MORTE PER RICORDARCI QUANTO È BELLO VIVERE

Spesso trascorriamo le giornate preoccupandoci dei nostri problemi e ci lasciamo sopraffare da emozioni negative, dimenticando che la vita è unica e va vissuta con pienezza. Per aiutarci in questo compito la pubblicitaria americana Hansa Bergwall e lo sviluppatore Ian Thomas hanno creato l’app We Croak, ispirandosi al proverbio bhutanese secondo il quale per essere felici bisogna contemplare la morte almeno cinque volte al giorno. Nel piccolo regno himalayano la pratica sembra funzionare, tanto che
Continua...

FARE TUTTA L’ITALIA A PIEDI

Tutto nasce dalla scommessa che l’Italia sia interamente percorribile a piedi, senza dover prendere la macchina, né un treno o un bus. L’idea è che ognuno di noi possa condividere i percorsi che conosce, anche i più segreti, e renderli disponibili per tutti. Il progetto collettivo che mappa tutto il nostro territorio si chiama “Ammappa l’Italia” e ognuno può partecipare alla sua costruzione. L’obiettivo è avere a disposizione l’intera percorribilità a piedi di tutto il
Continua...

ORA SI PUÒ CONDIVIDERE IL TAXI

La prima App per condividere i taxi, tempo e denaro è nata a Torino e si chiama Wetaxi. L’idea è di una startup formata al Politecnico di Torino e consente di condividere il trasporto, riducendo notevolmente non solo i costi ma soprattutto l’impatto ambientale di ogni spostamento. L’applicazione per smartphone consente di sincronizzare le richieste di spostamento degli utenti e metterli sugli stessi taxi – tutto online – calcolando anche la tariffa condivisa in anticipo
Continua...

INNAMORARSI SENZA PAURA

Il mercato delle App non perde la sua umanità e tra continue evoluzioni tecnologiche ed esigenze sempre più specifiche da parte degli utenti, trova spazio anche per i bisogni dei disabili. La prima applicazione di incontri online che non nasconde la disabilità dei propri utenti si chiama Glimmer. A differenza di piattaforme comunicative simili, permette ai propri utenti con disabilità di scattare o caricare fotografie a forma intera, senza dover essere costretti a ritagliare o
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...