Salta al contenuto

LA COREA METTE FINE ALLE FATTORIE DELLA BILE DEGLI ORSI

Il Ministero dell’Ambiente sudcoreano ha firmato un protocollo che dichiara la fine della pratica degli allevamenti di orsi per l’estrazione della bile. L’estrazione della bile dagli animali vivi è fuori legge in Corea ma ancora largamente praticata, mentre la macellazione degli orsi per l’estrazione della cistifellea è ancora in uso per soddisfare le richieste della medicina tradizionale che tra il 2014 e il 2017 ha sterilizzato 967 orsi riducendoli in cattività. L’accordo stipulato tra il
Continua...

LA FRANCIA METTE FINE AGLI ANIMALI NEI CIRCHI E IN VETRINA

Il Presidente della Repubblica francese ha approvato una legge per la tutela del benessere animale che prevede l’eliminazione degli animali selvatici nei circhi, le specie marine nei parchi acquatici e la vendita di animali da compagnia senza una previa conoscenza degli animali stessi. La normativa prevede diverse modifiche nel mercato degli animali sia domestici che selvatici, come la chiusura degli allevamenti di visoni e una fine graduale allo sfruttamento degli animali selvatici per divertimento: 7 anni
Continua...

ADDIO ALLA PELLE ANIMALE: ARRIVA QUELLA VEGETALE

Dal mondo della moda una svolta che sta sostituendo l’uso industriale della pelle. Sono infatti sempre più numerose le aziende che scelgono di utilizzare materiali interamente vegetali, abbandonando così la filiera del pellame animale. La Piñatex è un’azienda con base a Londra che produce una pelle ottenuta dalla lavorazione delle foglie di ananas, idea che ha catturato l’attenzione anche di grandi aziende internazionali tra cui Hugo Boss che di recente ha avviato la produzione di scarpe
Continua...

L’EUROPA METTE FINE AI FONDI PER LE CORRIDE

Il Parlamento europeo ha approvato un emendamento nell’ambito della riforma della Politica agricola comune (Pac) che elimina definitivamente le sovvenzioni per l’attività di tauromachia, cioè per le corride. Il testo della riforma definisce il divieto per tutta l’Unione Europea di finanziare l’allevamento e la destinazione di animali utilizzati come “bestiame la cui destinazione finale è la vendita per le attività di tauromachia”. L’emendamento approvato a maggioranza, sancisce che nessuna attività direttamente o indirettamente legata alle
Continua...

A FIRENZE NASCE L’OSPEDALE PER GLI ANIMALI ABBANDONATI

Un ex macello è diventato un ospedale per gli animali abbandonati. A Firenze la nuova sede dell’ASL nata per l’Igiene urbana veterinaria ha aperto per tutti i casi di piccoli e grandi animali che hanno bisogno di cure e assistenza medica. La struttura di accoglienza, cura e ricovero è quella che una volta serviva la città come macello monumentale, progettato nel 1865 su circa 1000 metri quadri, riprende vita con una destinazione opposta a quella
Continua...

MAI PIÙ ANIMALI NELLE GABBIE: ALLEVAMENTI PIÙ LIBERI

Un recente referendum in California (USA) ha approvato l’abolizione delle gabbie per ovini, suini e vitelli in cattività. La Proposition 12 stabilisce che gli animali debbano essere liberi di razzolare e che abbiano uno spazio in cui vivere e muoversi non eccessivamente restringente.  Il 61,18% degli elettori californiani ha votato sì al quesito che chiedeva di stabilire dei requisiti minimi di spazio per vitelli, maiali e galline, nonché di vietare la vendita di carne ottenuta
Continua...

L’ITALIA DICE BASTA AL FOIE GRAS

Un’altra catena di supermercati italiani ha messo definitivamente fine alla vendita di foie gras. Dal mese di maggio i 2.270 supermercati del gruppo Crai hanno aderito alla campagna per cessare la pratica di sfruttamento delle oche per produrre il celebre fegato d’oca grassa e lo stesso ha fatto il gruppo Bennet. La produzione di questo alimento avviene tramite un’alimentazione forzata e incessante di anatre o di oche, fatte ingrassare velocemente e con processi che  inducono
Continua...

CANI E GATTI NON SARANNO PIÙ MANGIATI

Il Taiwan è la prima Nazione asiatica a bandire definitivamente il consumo di carne di cane e gatto per uso alimentare. Il Paese ha reso illegale la macellazione di questi animali e da maggio, vendere la loro carne è diventato un reato punibile con il carcere. Chiunque causi un danno intenzionale a questi animali può essere perseguito dalla legge e multato fino a 65.000 dollari. L’iniziativa di Taiwan segna un passo significativo nella lotta contro
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...