Salta al contenuto

IL GRANDE ACCORDO PER ELIMINARE LE PLASTICHE

image

Più di 200 nazioni del mondo, riunite a Nairobi, hanno firmato il 6 dicembre una risoluzione congiunta per eliminare le plastiche in mare.

In seguito all’accordo, i Paesi hanno concordato di iniziare a monitorare la quantità di plastica negli oceani, con l’obiettivo di eliminarla. “Sono stati compiuti progressi significativi, 39 governi hanno già messo in atto impegni concreti per ridurre la quantità di plastica in mare”, ha detto S. Barrat del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. "Cile, Oman, Sri Lanka e Sud Africa hanno annunciato oggi misure che includono divieti per i sacchi di plastica, nuove riserve marine e stimoli per aumentare il riciclaggio".

Otto milioni di tonnellate di plastica vengono scaricati negli oceani ogni anno, uccidendo la vita marina ed entrando nella catena alimentare umana, ha dichiarato l’UNEP.

Se gli attuali tassi di inquinamento continueranno, entro il 2050 ci sarà più plastica nel mare che pesce, ha aggiunto l’ente che ha organizzato l’incontro.

La Norvegia che ha avviato la risoluzione, ha annunciato: “Abbiamo trovato microplastiche all’interno delle cozze e 30 sacchetti di plastica

nella pancia di una balena arenata su una spiaggia” secondo il ministro per l’ambiente, Helgesen.

“La Cina è il più grande produttore di rifiuti di plastica ma ha iniziato a fare grandi sforzi per ridurli”, ha detto il capo dell’UNEP, Solheim. "Se c’è una nazione che sta cambiando in questo momento più di chiunque altro, è la Cina … la velocità e la determinazione del governo a cambiare è enorme", ha detto.


Fonte: United NationsReuters – 7 dicembre 2017

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...