Salta al contenuto

INDONESIA, LE FORESTE TORNANO ALLE TRIBÙ

Una storica decisione quella del presidente dell’Indonesia Joko Widodo, che dopo anni di sfruttamento delle ricchissime risorse naturali del suo Paese ha decretato l’affidamento delle foreste a nove comunità indigene che vivono al loro interno. 

La nuova riforma agraria distribuisce più di 9 milioni di ettari alla popolazione più bisognosa. Il piano comprende circa 4,5 milioni di ettari di foreste primordiali e 4,5 milioni di ettari di terreni non coltivati, mentre altri 12,7 milioni di ettari saranno gestiti dalle comunità indigene. Il governo ha introdotto la riforma agraria come parte della sua politica di equità, che mira a garantire la parità di accesso alla terra, infrastrutture e servizi di base per una larga parte della popolazione e a ridurre le disuguaglianze.

Prima che il governo coloniale olandese dichiarasse le foreste proprietà dello Stato erano stati gli indigeni a proteggerle e farle prosperare per secoli. Le popolazioni tribali in Indonesia hanno subito discriminazioni e violazioni dei diritti umani da parte del governo, in particolare sulla proprietà della terra e lo sfruttamento delle ricchezze in essa contenute. Questa riforma conclude decenni di lotte tra le comunità autoctone e gli sfruttatori delle risorse boschive che hanno espropriato le foreste per farne piantagioni o miniere.


Fonte: The Jakarta Post – 20 febbraio 2017

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...