Salta al contenuto

MENO CORRUZIONE CON LE DONNE AL POTERE

image

La presenza delle donne nella politica ha un impatto positivo sulla legalità e influisce concretamente sulla diminuzione della corruzione.

L’indagine internazionale, condotta da un pool di Università americane ed europee su oltre 125 Paesi, ha dimostrato statisticamente che la corruzione è più bassa negli Stati dove la percentuale della presenza delle donne in Parlamento è maggiore. Un’osservazione che viene confermata anche da un medesimo atteggiamento anche quando le donne acquisiscono un’equivalenza operativa con gli uomini.

La ricerca è stata pubblicata sul prestigioso Journal of Economic Behaviour and Organization, una rivista scientifica che pubblica studi multidisciplinari che indagano in maniera empirica le decisioni economiche, l’organizzazione e il comportamento in relazione a tutti gli aspetti dell’economia mondiale. Secondo Sudipta Sarangi, la ricercatrice che ha condotto lo studio presso l’università della Virginia: “è chiara l’importanza del potenziamento delle donne, la loro presenza nei ruoli di leadership e la loro rappresentanza nel governo”. “Abbiamo raccolto le prove che il rapporto tra genere e corruzione non è dovuto a differenze di genere nello status sociale, il che suggerisce quindi che è improbabile che svanisca con l’ottenimento di uno status simile a quello degli uomini da parte delle donne”, aggiunge lo studio, a conferma del fatto che le donne non perdono la loro onestà anche quando raggiungono posizioni di potere.


Fonte: Journal of Economic Behaviour and Organization – 18 giugno 2018

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...