Salta al contenuto

L’ISLANDA INTERROMPE LA CACCIA ALLE BALENE

image

L’Islanda, uno dei maggiori cacciatori di balene del mondo, ha deciso di fermare la pesca alle balene.

La decisione è stata presa in seguito alle difficoltà economiche e al calo del turismo. Le balene infatti sono una delle grandi attrattive turistiche dell’Islanda e creano lavoro più di quanto ne riesca in questo momento a fare la pesca ai grandi cetacei. La più grande compagnia islandese specializzata nella caccia alle balene aveva già interrotto l’uccisione di balene nel 2016 e il turismo in quell’anno crebbe del 38%. Secondo Peter Egan, un noto animalista: “Il turismo incentrato sugli avvistamenti di balene produce il doppio del profitto rispetto all’industria della caccia”. I pescherecci si dedicheranno, al posto delle balenottere, a pescare cetrioli di mare, una fonte di cibo e di buon reddito molto più disponibile e profittevole.

Lo stop alla pesca delle balene è per ora solo temporaneo ma diverse proposte parlamentari stanno lavorando perché diventi permanente. L’interruzione della pesca dei grandi cetacei era stata messa in atto in precedenza già nel 2002 per un anno, riprendendo poi nel 2003, violando la moratoria della Commissione internazionale per la caccia alle balene che vuole proteggere questi animali dal rischio estinzione.

___________________

Fonte: The Reykjavik Grapevine

 

✔ Buone notizie cambiano il mondo. Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...