Salta al contenuto

MAURIZIO GUBBIOTTI

per la campagna per la Parità di Informazione Positiva #mezzopieno

image

Giornalista e coordinatore dal 2003 della Segreteria nazionale di Legambiente, dal 2002 alla guida del Dipartimento internazionale per il quale ha partecipato ai Social Forum europei e mondiali, conferenze delle parti sui mutamenti climatici (COP), Vertici FAO, G8, G20, WTO. Presidente di RomaNatura, Coordinatore di Federparchi Lazio e Componente della Segreteria Nazionale Legambiente. Si occupa sotto varie vesti di tematiche legate all’ambiente, alla cooperazione internazionale, all’occupazione, al Terzo Settore e alla corporate social responsability. Ha ricoperto l’incarico di esperto della Commissione europea su ambiente e occupazione. È componente dell’Assemblea nazionale del Forum Permanente del Terzo Settore.


 

Qual è per lei il ruolo dell’informazione sul benessere della società?

Per rispondere applico diversi punti di osservazione. Il primo è quello di una persona che si occupa di ambiente, ma con un taglio legato alle questioni sociali, soprattutto dal punto di vista associativo e istituzionale. Ma sempre con istituzioni legate all’ambiente. Sono anche il presidente di RomaNatura, Ente regionale per la gestione del sistema delle aree naturali protette nel Comune di Roma, unica esperienza in Europa che gestisce un sistema di parchi. Da questo punto di osservazione, oggi sarebbe particolarmente utile che l’informazione fosse positiva soprattutto nel dare informazioni corrette, vere, legate alla veridicità delle cose e che giocasse meno sullo scoop e l’idea che la notizia la fa la cosa drammatica o definitiva. Questo perché credo che le questioni ambientali sono la chiave vera per affrontare il problema e dare risposte: è da qui che partono tutte le altre crisi, economica e sociale. Dal punto di vista della professione, ho fatto il giornalista per tanti anni, in un modo privilegiato, occupandomi sempre e solo di ambiente.
E su questo credo che sia importante il giornalismo di inchiesta, che deve denunciare e fare vedere le cose che non vanno, ma non mostrare una sola realtà come se fosse la totalità. Serve mostrare che ci sono tante realtà, che ci sono alternative anche positive e propositive.

 

Cos’è per lei una buona notizia?

Una buona notizia è una notizia in grado di dare energia, speranza, voglia, passione e che non nasconde nulla, che pone cose positive, ma anche prospettive positive per tutti. Io sono legatissimo all’intreccio tra questioni ambientali e questioni sociali e la notizia positiva è anche quella che mostra un rapporto più sostenibile.

 

Può il giornalismo rappresentare uno strumento per aumentare la fiducia e ridurre la conflittualità?

Penso assolutamente di sì. In alcuni casi questo già avviene ma lo potrebbe fare molto di più. È tutto molto spezzettato e variegato, nel momento in cui ragioniamo di giornalismo si è sempre più legati all’opinionismo che ai fatti. Tra le cose che ho messo in moto nelle mie professioni è la collaborazione con la rubrica Buongiorno Regione del TGR Lazio: almeno una volta a settimana la puntata si realizza con la collaborazione tra Parco e giornalisti della Rai. È un servizio che porta a conoscere i luoghi, coinvolge ospiti del territorio, in una collaborazione che funziona e di cui persone sono soddisfatte e rimandano riscontri molto positivi. L’obiettivo è fare un’informazione positiva, far conoscere luoghi e beni con fatti, senza aggiungere altro. Oggi molte trasmissioni nate per raccontare i territori e l’ambiente vanno verso una omogeneità di temi: cibo, prodotti territorio, prodotti tipici, ma poi diventano cucina, e questo mi dà l’impressione che ci sia omogeneizzazione. Noi proviamo a offrire un’informazione diversa, semplice e basata sui fatti.

 

Qual è il suo contributo per una buona informazione?

Cerco di fare buona informazione e una buona comunicazione in tutti i mestieri che svolgo, suggerendo notizie e proponendo la narrazione dei fatti.


Leggi le altre testimonianze di Sindaci e Assessori che stanno lavorando per costruire comunità più umane e positive

Guarda il programma della Rete nazionale degli assessori alla gentilezza

Partecipa con il tuo Comune – coinvolgi la tua comunità nella gentilezza

 

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...