Salta al contenuto

I GRATTACIELI SONO PIÙ SICURI 20 ANNI DOPO l’11 SETTEMBRE

ll disastro del World Trade Center del 2001 è stata l’evacuazione di grattacieli più massiccia di tutti i tempi e le esperienze delle migliaia di sopravvissuti che sono fuggiti con successo dalle torri gemelle hanno avuto un’influenza significativa sui codici e sugli standard edilizi degli anni che sono seguiti. I grattacieli di oggi possono essere svuotati in modo molto più sicuro e veloce in caso di emergenza. Oltre ai problemi arrecati da incendi e crolli, le
Continua...

COLORARE LA CITTÀ: L’EDILIZIA DELLA FELICITÀ

Un’ex area industriale trasformata in un quartiere residenziale per dare una casa felice a famiglie a basso reddito. A Kiev, in Ucraina, il rigoroso paesaggio urbano è stato rivoluzionato in maniera sorprendentemente colorata, creando uno dei progetti residenziali di maggior successo degli ultimi anni. Per dare forma agli oltre 40 ettari di Comfort Town, gli architetti hanno creato un sistema di blocchi modulari che supera le forme monotone legate all’uso ripetuto di strutture standard. Ogni
Continua...

IL BALCONE SI REINVENTA E CAMBIA LA VITA DOMESTICA

A Montpellier in Francia è sorto un grande albero bianco, un edificio in cui i balconi si aprono come rami protesi verso il cielo. La sfida degli architetti che lo hanno pensato è una nuova attenzione alla fruizione umana e alla qualità della vita di chi vi abita. Ciò che fa la differenza è la concezione di questo progetto pensato come un albero. I terrazzi rappresentano una superficie importante degli appartamenti e un elemento che
Continua...

L’EDILIZIA SCOPRE IL PANNELLO ANTI-CATASTROFI

Un materiale da costruzione che mantiene intatte le case durante le alluvioni, gli uragani, i terremoti, i tornado e gli incendi. Un brevetto statunitense sta cambiando il modo in cui si costruiscono gli edifici, un materiale edile noto come pannello sandwich in cemento 3D. Già entrato in produzione, il pannello è costituito di schiuma ignifuga inserita tra due facce di rete metallica che la attraversano e che a loro volta sono avvolte nel cemento. Il
Continua...

COSTRUISCE UNA CATTEDRALE DA SOLO A 91 ANNI

La storia di Justo Gallego Martínez sembra scritta da Ken Follet e ricorda quella dell’abate Philip, il protagonista de “I pilastri della terra” che dedica la sua vita alla costruzione della cattedrale di Kingsbridge superando innumerevoli difficoltà. Così anche Justo, ex monaco cristiano nato in Spagna nel 1925, ha dedicato gli ultimi 50 anni alla costruzione della “sua” cattedrale, dedicata alla Vergine del Pilar a Mejorada del Campo, il paesino dove è nato a pochi
Continua...

LA CHIESA VIVENTE CREATA DALLA NATURA

Si trova in Nuova Zelanda la chiesa vivente, fatta di alberi, di Ohaupo. Un vero edificio costruito solamente da piante, arbusti e vegetali rampicanti. L’ha costruita da solo Barry Cox, un tenace neozelandese con la passione per la natura, il giardinaggio e per la preghiera. Dopo aver visitato e studiato per decenni le chiese italiane ha deciso di creare un luogo di raccoglimento e di devozione con gli stessi principi di una composizione floreale e
Continua...

MATTONI DALLE MACERIE PER RICOSTRUIRE GAZA

A Gaza, in Palestina, le guerre degli ultimi anni hanno distrutto migliaia di edifici e la ricostruzione si rivela difficile, anche a causa del blocco commerciale deciso da Israele. In particolare, acquistare cemento all’interno della Striscia è costoso e richiede una lunga trafile burocratica. Da qui l’idea di Majd e Rawan, due laureate in ingegneria dei materiali presso l’Università islamica di Gaza, che hanno inventato dei mattoni composti di calcinacci e polvere di carbone. Le
Continua...

LE FINESTRE INTELLIGENTI AIUTANO LA CASA

I ricercatori svizzeri del Politecnico di Losanna hanno sviluppato un nuovo vetro ultra-tecnologico composto da un sottile strato di micro-specchi che consente di sfruttare al meglio tutte le caratteristiche della luce naturale, abbattendo i consumi all’interno degli edifici e migliorando l’illuminazione. Questa tecnologia permette di modulare le radiazioni solari in base alle condizioni climatiche in modo da ottimizzare luce e temperatura. In estate i micro specchi riflettono la luce verso l’esterno, limitando i raggi diretti
Continua...

ARRIVA IL CEMENTO CHE SI RIPARA DA SOLO

Le crepe nei muri delle case e i danni strutturali si sanano da soli, grazie ad un nuovo materiale da costruzione vivo, che ha la capacità di intervenire autonomamente laddove è necessario. Si chiama Escherichia Coli il batterio che il team di scienziati dell’Università di Newcastle, nel Regno Unito, ha reso capace di rigenerarsi, ma solo quando serve, in presenza cioè di movimenti del terreno o di una variazione della pressione. Questo materiale destinato all’edilizia,
Continua...

IL CEMENTO CHE TRATTIENE LA LUCE E ILLUMINA LE CITTÀ

Illuminare le città grazie alla luminescenza prodotta dal cemento e dalle superfici del manto stradale e degli edifici. È una nuova tecnologia sviluppata da alcuni gruppi di ricercatori che sono riusciti a creare materiali che producono illuminazione assorbendo l’energia solare di giorno e restituendola sotto forma di luce alla notte. Si tratta di fotoluminescenza, un insieme di processi grazie ai quali determinate sostanze assorbono, sotto l’effetto di una radiazione elettromagnetica, fotoni per poi riemetterli in
Continua...

MAI PIÙ ALLUVIONI CON IL CEMENTO ASSORBENTE

I danni provocati dalle alluvioni nelle città sono causati prevalentemente dalla cementificazione che ricopre gran parte del territorio urbano, non permettendo l’assorbimento dell’acqua. Ricercatori di tutto il mondo stanno studiando soluzioni che permettano di resistere alle catastrofi naturali senza violentare la natura. Un’azienda inglese impegnata nella ricerca di materiali alternativi per la costruzione ha inventato quello che è già stato definito un materiale resiliente, il cemento super assorbente, in grado di lasciar passare l’acqua e
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...