Salta al contenuto

I TEAM MASCHILI E FEMMINILI CONDIVIDONO I PREMI DEI MONDIALI

Le squadre di calcio maschile e femminile degli Stati Uniti hanno scelto di condividere equamente i premi in denaro dei rispettivi campionati Mondiali: uno storico accordo che per la prima volta riconosce la stessa importanza a uomini e donne nello sport più popolare al mondo. Partendo dalla considerazione che la FIFA prevede montepremi diversi per i tornei maschili e femminili, i sindacati delle squadre nazionali hanno concordato di spartire tutti i premi del campionato del
Continua...

LA PRIMA DONNA A CAPO DI UNA FORZA ARMATA USA

Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti, una donna è stata nominata a capo di un ramo delle forze armate, quello della Guardia costiera nazionale. L’ammiraglio Linda Fagan, classe 1963, ha una lunghissima esperienza nel campo marittimo della difesa ed è anche Gold Ancient Trident, cioè l’ufficiale con il record di servizio più lungo nel campo della sicurezza marittima. La decisione di assegnare questo cruciale ruolo in un momento così sensibile per l’equilibrio
Continua...

LA PRIMA DONNA A DIVENTARE CAPO DELLA MARINA BRITANNICA

Jude Terry è la prima donna a diventare ammiraglio della Royal Navy, la marina militare britannica, una delle più antiche e grandi del mondo. A 48 anni assume il ruolo di capo della marina dopo quasi 25 anni di servizio, diventando responsabile di oltre 40.000 marinai. “Il mondo è cambiato in termini di ciò che le persone vogliono dalla vita e dalla carriera, indipendentemente dal sesso, e la marina ha bisogno di lavorare per modernizzare
Continua...

NOMINATA LA PRIMA DONNA GIUDICE SUPREMO DEL PAKISTAN

Per la prima volta nella storia del Pakistan una donna è stata nominata giudice della Corte Suprema, uno degli organi più importanti dello Stato. Si chiama Ayesha Malik, ha 55 anni ed è una giudice attivista per i diritti umani, già nota per il suo impegno a sostegno della libertà delle donne nel grande Paese musulmano fortemente integralista. Sposata, con tre figli, Malik è stata l’artefice dell’abolizione della legge sui test di verginità per le
Continua...

SPORT: LE DIVISE NON DISCRIMINERANNO PIÙ IL GENERE

La Federazione Internazionale di Handball (IHF) ha cambiato il regolamento riguardante le uniformi delle giocatrici permettendo l’uso di pantaloncini e canotte come per gli uomini. La decisione è stata presa in conseguenza alle proteste scoppiate per la decisione di multare la nazionale norvegese a luglio per aver giocato con degli shorts al posto del bikini aderente previsto dalla divisa ufficiale, giudicandoli “abbigliamento inappropriato”. La campagna è stata guidata dall’organizzazione Collective Shout, impegnata nella lotta per
Continua...

NEL MONDO È NATA UNA NUOVA REPUBBLICA: BARBADOS

Il 21 ottobre Barbados ha eletto per la prima volta il presidente della Repubblica. È una donna, ha 72 anni, si chiama Sarah Mason e si insedierà ufficialmente il 20 novembre, nel cinquantacinquesimo anniversario dell’Indipendenza del Paese dal Regno Unito. Il piccolo stato caraibico, infatti, ha ottenuto la propria autonomia nel 1966 mantenendo però formalmente la Regina Elisabetta II come capo di governo fino al referendum dell’anno scorso, che ha decretato l’abolizione della monarchia e
Continua...

EGITTO, LE PRIME DONNE NOMINATE GIUDICI

Al Cairo, in Egitto, 98 donne hanno prestato giuramento come prime donne giudice nel Consiglio di Stato del Paese, uno dei suoi principali organi giudiziari che in precedenza era composto da soli maschi. Il giudice supremo, Mohammed Hossam el-Din, che le ha nominate, ha affermato che “le donne sono un’importante aggiunta al Consiglio di Stato”, dopo che il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sissi aveva chiesto alle donne di entrare a far parte del Consiglio di
Continua...

LA PRIMA DONNA SOMALA ALLE OLIMPIADI DI ARTI MARZIALI

Si chiama Munirah Warsame, ha 20 anni e sarà la prima atleta donna di Taekwondo a partecipare alle Olimpiadi per il suo Paese, la Somalia. Nata in Inghilterra dopo che i suoi genitori, sfuggiti alle violenze di inizio secolo, vi hanno trovato rifugio, la ragazza ha affermato di essere orgogliosa di poter concorrere per la bandiera del suo Paese natale. L’atleta ha dichiarato: “Sapere che rappresenterò il mio Paese alle Olimpiadi per la prima volta
Continua...

ARRIVA LA PARITÀ RETRIBUTIVA TRA UOMINI E DONNE

Il Lazio e il Piemonte sono le prime due regioni italiane ad aver approvato una legge che sancisce la parità retributiva tra uomini e donne. Tra le misure adottate per facilitare l’accesso al lavoro femminile, le imprese pubbliche e private piemontesi con meno di 100 dipendenti che assumono donne otterranno uno sconto del 50% dell’Irap per tre anni. In Lazio le donne riceveranno il sostegno al credito delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle
Continua...

PARITÀ NEL MONDO ARABO: LA PRIMA ASTRONAUTA

Gli Emirati Arabi Uniti hanno selezionato coloro che frequenteranno il corso 2021 per aspiranti astronauti presso la NASA, negli Stati Uniti: si tratta di Mohammed al-Mulla e Nora al-Matrooshi. Al-Matrooshi, ventisettenne ingegnere meccanico, è la prima donna emiratina selezionata per il programma. Il Centro Spaziale Mohammad Bin Rashid di Dubai (MBRSC) ha dichiarato che i due allievi sono stati selezionati tra 4300 candidati a seguito delle prove di conoscenze tecnico-scientifiche, esperienza, abilità psico-fisiche. La partecipazione
Continua...

MAI COSÌ TANTE DONNE AI VERTICI DELLE GRANDI AZIENDE

Il numero di donne che occupano il ruolo più alto nelle maggiori aziende del mondo non è mai stato così alto. Negli ultimi 20 anni il ruolo delle donne nelle imprese è cambiato e il loro accesso alle cariche dirigenziali e ai vertici è aumentato, fino ad includerle tra i leader delle più importanti multinazionali globali. Se nel 1998 una sola donna poteva essere annoverata tra i CEO delle prime 500 aziende della classifica Fortune,
Continua...

IL PRIMO STATO A CONCEDERE LE TERRE ALLE DONNE

Con una decisione storica lo stato himalayano dell’Uttarakhand ha concesso alle donne sposate la comproprietà delle terre ancestrali dei loro mariti. È il primo stato indiano a farlo. La sentenza chiamata Uttarakhand Zamindari Abolition and Land Reforms Act è destinata a oltre 350.000 donne di origine tribale che vivono nei villaggi ai piedi dell’Himalaya, dove la proprietà terriera si tramanda per via patriarcale solo agli uomini. Nello Stato tuttavia negli ultimi decenni si è assistito
Continua...

AFGHANISTAN, LE DONNE TORNANO AD ANDARE IN BICICLETTA

Grazie alla riduzione dell’inquinamento dell’aria a Kabul, dovuto al lockdown per il coronavirus, gli afghani hanno scelto di tornare a usare le biciclette come mezzo di trasporto. Se in passato andare in bicicletta era normale per tutti, l’invasione sovietica, le guerre e il regime talebano avevano sancito il divieto per le donne di usarle. Divieto oggi sfidato da un gruppo di ragazze che ogni mattina si ritrovano molto presto, prima del risveglio del caotico traffico
Continua...

IN KUWAIT LE PRIME DONNE ELETTE GIUDICI SUPREMI

Per la prima volta nella storia del Kuwait, 8 donne sono state nominate giudici della Corte Suprema. Dopo una lunga battaglia per i diritti delle donne, questa elezione rappresenta un importante traguardo per lo Stato arabo: sono le prime donne magistrato a interrompere la tradizione che finora riservava questa carica esclusivamente agli uomini. Su 54 giudici nell’organismo statale, l’8% è ora in quota rosa, una vera e propria svolta nel Medio Oriente, come riferisce l’agenzia stampa
Continua...

MAI COSÌ TANTE DONNE A CAPO DELLE GRANDI AZIENDE DEL MONDO

Il più grande produttore mondiale di prodotti disinfettanti e per la pulizia, l’americana Clorox ha appena nominato Linda Rendle come nuovo amministratore delegato, portando a 38 il numero di donne a capo delle aziende più importanti del mondo, il maggior numero di sempre. Nell’ultima lista Fortune 500, la quota di donne ai vertici delle società più influenti del mondo è del 6,6% e sebbene sia ancora distante dalla parità di genere, il balzo dell’ultimo anno è
Continua...

IN ARABIA SAUDITA LA FINE DELLA DIVISIONE UOMINI DONNE NEI LOCALI PUBBLICI

L’Arabia Saudita ha ufficialmente abolito la legge che impone ai ristoranti e ai bar di avere locali e posti a sedere separati per donne e uomini. La nuova normativa rappresenta l’ultimo passo del ribaltamento delle restrizioni conservative di genere e del profondo processo di democratizzazione del Paese voluto dal figlio del re, Mohammad bin Salman, diventato principe ereditario a trentatré anni nel 2017. Bin Salman ha dichiarato di voler portare l’Arabia Saudita nel XXI secolo
Continua...

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015

Loading...