Salta al contenuto

I GESUITI RESTITUISCONO LE TERRE AGLI INDIANI

image

La congregazione dei gesuiti restituisce più di 500 ettari di terra agli indiani di Rosebud, i Sioux e i Lakota nativi del Sud Dakota, negli Stati Uniti. 

Il governo degli Stati Uniti concesse nel 1880 la proprietà ai gesuiti per costruire scuole, cimiteri e chiese. Secondo una testimonianza di John Hatcher, presidente della missione di St. Francis, “all’inizio avevamo 23 stazioni missionarie ma con il passare degli anni, siccome la gente ha lasciato le campagne, queste sono state chiuse perchè non più utilizzate. È giunto il momento di riconsegnare tutti quegli appezzamenti di terra, che vennero ceduti alla Chiesa per motivi religiosi, alle 13 tribù che li avevano un tempo.”

“Queste terre saranno utilizzate per la coltivazione e per il pascolo, per sviluppare la comunità e anche per praticare ancora le cerimonie religiose”, ha dichiarato Harold Compton, direttore della Società per le Terre Tribali (Tribal Land Enterprises). Oggi circa 25.000 persone vivono in queste terre e tra queste 15.000 sono donne.


Fonte: Agenzia Fides – 11 luglio 2017

ツ diffondiamo la positività condividi

Leggi più notizie su:

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...