Salta al contenuto

DAL DISSESTO A CAMPIONE DI DIFFERENZIATA: IL MODELLO TIVOLI

image

Passare dal 10 a oltre l’80% di raccolta differenziata in meno di 6 anni si può. E si può anche in territori in cui lo smaltimento dei rifiuti sembrava essere un tabù.

L’azienda partecipata del comune di Tivoli, in provincia di Roma – la A.S.A Spa –, dopo 8 anni di gestione in perdita e un buco da 22 milioni di euro, viene riorganizzata e lo trasforma nel comune più virtuoso del centro e del sud Italia nella differenziazione dei rifiuti. Dal progetto “Tivoli miniera Urbana” per la raccolta dei Raee (rifiuti elettronici), alle eco-stazioni per quartiere, al porta a porta e alla raccolta di prossimità, la riorganizzazione della gestione è stata capillare. “Abbiamo ridato un servizio essenziale ai cittadini – spiega l’amministratore Francesco Girardi – riuscendo a inserire la differenziata in tutti i quartieri della città, che conta 57 mila abitanti”.

Il metodo di raccolta è stato vestito su misura per ogni quartiere, a seconda delle esigenze e della tipologia di abitato. Incrementando di anno in anno la raccolta, Tivoli è riuscita a generare un’economia virtuosa che le ha permesso di godere di incentivi statali ed europei e di sanare un bilancio in rosso maturato fra il 2006 e il 2013. Sono stati assunti 30 nuovi operatori e indetti due concorsi pubblici per assunzioni a tempo indeterminato. Un circuito virtuoso che le vale un’importante primato: con l’80% di raccolta differenziata Tivoli raddoppia la media provinciale e quella regionale, ambedue al 40%.

__________________

Fonte: Con la gentile collaborazione di ASA SpA Tivoli – 15 maggio 2020

✔ Buone notizie cambiano il mondo. Firma la nostra petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali https://www.change.org/p/per-avere-un-informazione-positiva-e-veritiera-in-giornali-e-telegiornali

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...