Salta al contenuto

LA CINA SCONFIGGE UFFICIALMENTE LA MALARIA

image

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato
la Cina libera dalla malaria. Dopo Algeria e Argentina, certificate
malaria-free nel 2019 ed El Salvador, certificato nel 2020, il paese asiatico è
il quarantesimo Stato a godere di questo status e il più popoloso.

La malattia, che si stima colpisse annualmente più di 30
milioni di persone negli anni ’40, ha visto una progressiva diminuzione del
tasso di contagio nei decenni successivi grazie ai programmi di prevenzione
governativi e alle campagne di bonifica per la diminuzione delle zanzare
vettrici del virus. Molto importante è
stato inoltre lo studio integrato con la medicina tradizionale cinese portato
avanti dal professor Tu Youyou. Il dottor Tu, infatti, ha individuato un
principio antimalarico all’interno dell’artemisia annua, erba tradizionalmente
utilizzata per curare alcune malattie tra cui la malaria. La scoperta
dell’Artemisinina è stata riconosciuta e valorata nel 2015 con l’assegnazione
al professor Tu del premio Nobel per la Medicina.

Queste politiche, con la strategia “1-3-7” adottata nel 2012
che prevedeva il giorno 1 per la diagnosi, il giorno 3 per i risultati
dell’investigazione del caso e il giorno 7 per l’attivazione delle contromisure,
hanno portato al completo azzeramento dei casi di malaria registrati nel Paese.
Dopo tre anni consecutivi di assenza della malattia la Cina, attraverso l’OMS,
ha potuto dichiararsi malaria-free.

________________

Fonte: World Health Organization – 2 luglio 2021

image

✔ VERIFICATO ALLA FONTE | Guarda il protocollo di Fact cheching delle notizie di Mezzopieno

✖  BUONE NOTIZIE CAMBIANO IL MONDO | Firma la petizione per avere più informazione positiva in giornali e telegiornali

Se apprezzi il nostro lavoro e credi nel giornalismo costruttivo ✛ sostieni Mezzopieno

ツ diffondiamo la positività condividi

Articoli correlati

© MEZZOPIENO NEWS | TESTATA REG. TRIB. TORINO 19-24/07/2015
Loading...